L’abitatore del buio: J-Pop Manga porta in Italia l’opera di H.P. Lovecraft interpretata da Gou Tanabe

J-Pop Manga porta in Italia “L’abitatore del buio” di H.P. Lovecraft, interpretato dal mangaka Gou Tanabe
Il 24 gennaio arriva in fumetteria e libreria l’interpretazione manga dell’ultima opera ufficiale del maestro americano dell’horror cosmico

Per chiudere l’anno di tributi in ricordo dell’ottantesimo anniversario dalla morte di H.P. Lovecraft (scomparso il 15 marzo 1937), il 24 gennaio J-Pop Manga porta in Italia il terzo racconto del maestro dell’horror adattato da Gou Tanabe, “L’abitatore del buio”, storia facente parte dei cicli di Cthulu, e comparso per la prima volta nel 1936 su Weird Tales, rivista pulp statunitense di racconti horror e fantastici. The Haunter of the Dark – questo il titolo originale – fu l’ultima opera ufficiale che Lovecraft scrisse senza collaborazioni esterne o assistenti.

A dare un corpo ai protagonisti e all’orrore sovrannaturale descritto da Lovecraft è Gou Tanabe, mangaka con la passione per l’horror di cui ricordiamo anche “Il colore venuto dallo spazio” e “Il mastino e altre storie”, entrambi editi da J-Pop Manga.

Robert Blake, il protagonista de L’abitatore del buio, come molti altri dei racconti di H. P. Lovecraft, è un giovane intellettuale la cui curiosità e passione per l’occulto si riveleranno fonte di guai che trascendono i limiti della dimensione umana.

Robert Blake, però, è anche qualcun altro, come ci svela Gou Tanabe quando gli fa dire “Mi chiamo Bloch, sono un artista”. Un lapsus che scopre il gioco di Lovecraft, perché Robert Blake altri non è che l’alter ego di Robert Albert Bloch, prolifico scrittore conosciuto soprattutto per Psycho (il romanzo da cui Albert Hitchcock trarrà nel 1960 il celebre film con Anthony Perkins) e amico di penna di Lovecraft a cui è stato dedicato L’abitatore del buio.

L’abitatore del buio
Un artista appassionato di occulto, una chiesa sconsacrata e un misterioso oggetto collegato a macabri avvenimenti che hanno insanguinato i secoli… Il terzo, sconvolgente volume degli adattamenti manga di HPL, che in apertura contiene anche il racconto che ha gettato le basi dei miti di Cthulhu: Dagon!

Formato 12 x 16,9 cm
Brossurato con sovraccoperta
168 pagine a colori
6,90 €
Disponibile in fumetteria, libreria e on-line.

Dello stesso autore

Il tempio, Il mastino e La città senza nome: tre storie di avventura, suspense e “terrore cosmico“, tre piloni fondamentali del “ciclo di Cthulhu” di H.P. Lovecraft, trasposte a fumetti dal tenebroso pennino di Gou Tanabe! Un volume unico dalle atmosfere cupe e affascinanti, che fonde l’estetica del manga alla fantasia del più grande maestro della letteratura horror gotica.

Scrittore: H.P. Lovecraft
Disegnatore: Gou Tanabe
Volume unico
Pagine: 192
Formato: 12 x 18 cm

Nelle campagne del New England precipita un meteorite di un metallo alieno dalle proprietà mai viste. Quale terribile influenza avrà sulla gente del posto la misteriosa energia che emana? Dopo il successo de “Il mastino e altre storie“, il maestro Gou Tanabe torna a fondere l’estetica del manga alla fantasia di H.P. Lovecraft, nell’adattamento di uno dei racconti più cupi del solitario di Providence.

Scrittore: Howard Phillip Lovecraft
Disegnatore: Gou Tanabe
Volume unico
Pagine: 192
Formato: 12 x 18 cm

Fonte: J-Pop.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...