Festival di Angoulême: istituito il Premio per la Libertà d’Espressione

angoulemeLa manifestazione della bande dessinée che ormai da 41 anni si svolge ad Angoulême è senza ombra di dubbio una delle più importanti al mondo. Forse manca della risonanza mediatica delle fiere americane, forse non è sommersa da colore e calore come può esserlo la nostra Lucca Comics & Games, ma resta nondimeno uno degli eventi più rilevanti per il fumetto in quanto nona arte.

Come prevedibile, i terribili fatti di Parigi degli ultimi giorni non potevano non influenzare in qualche modo la celebrazione annuale.
L’organizzazione della fiera ha infatti preso la decisione di istituire una  nuova categoria, un nuovo premio, da assegnare ogni anno al fumetto che più lo ha meritato: da quest’anno ad Angoulême verrà conferito il Premio per la Libertà d’Espressione.

Je-suis-Charlie1Con questo gesto i responsabili della manifestazione sperano non solo di rendere omaggio alle vittime di Charlie Hebdo e ai loro cari, ma di fare anche in modo che quella libertà di pensiero e di critica che incarnava la redazione della rivista francese possa continuare ad essere ricordata negli anni e nelle edizioni a venire.

Fonte: Sito Festival di Angoulême

 

Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...