[Esclusiva] C4 Chiacchiere con… Marco Checchetto

Avengers Checchetto

È con grande orgoglio che vi presento, tra le pagine di C4 Comic, l’intervista esclusiva a uno dei disegnatori più prolifici di Marvel Comics: Marco Checchetto. L’artista veneto ha realizzato per la Casa delle Idee disegni e copertine per i personaggi più influenti come Spider-Man, Punisher, Daredevil e Avengers. Ma ora bando alle ciance e passiamo subito all’intervista!

Checchetto

C4 Comic: Ciao Marco e benvenuto su C4 Comic, partiamo con le domande: su cosa stai lavorando adesso?
Marco: Ciao a tutti! Al momento sono impegnato sulla serie Avengers World per la Marvel. Nello specifico, agli ultimi tre albi della serie prima del megaevento Secret Wars. Sto inoltre lavorando alla mia serie personale Life Zero, creata insieme all’amico e collega Stefano Vietti e che verrà pubblicata da Panini Comics.

C4C: Ci sono personaggi che preferisci disegnare più di altri e chi invece non sopporti proprio?
Marco: In Marvel è difficile trovare qualcosa di brutto da disegnare ad ogni modo prediligo le serie di stampo urbano o comunque serie con eroi solitari… Non amo disegnare personaggi comici, grotteschi e kitch.

C4C: Hai un artista preferito? È a lui che ti ispiri quando disegni?
Marco: Gli artisti con cui sono cresciuto e a cui devo di più in termini di ispirazione sono John Romita Jr. e Rick Leonardi. Adesso, quando disegno, non penso ad altri artisti… cerco in tutti i modi di fare del mio meglio perché i lettori si divertano a leggere i miei albi.

life zeroC4C: Questo è l’anno in cui vedremo finalmente Life Zero. Perché hai deciso di realizzare un fumetto sugli zombie? Sei un appassionato del genere o hai pensato di cavalcare l’onda di popolarità che hanno in questo momento i morti viventi?
Marco: Sono un fan del genere anche se la maggior parte del materiale prodotto sul tema non mi piace. Life Zero è nato a cavallo tra il 2007 e il 2008 quando la “moda zombi” ancora non esisteva. Purtroppo in quegli anni era appena cominciata la mia avventura in Marvel e Stefano era molto impegnato in Bonelli. Abbiamo messo da parte momentaneamente il progetto senza mai abbandonarlo. Il tempo ha giovato a Life Zero… Ora sono sicuramente un disegnatore più esperto. Siamo in pieno boom zombesco è vero, ma anche noi vogliamo dire la nostra sul tema e questo anche grazie a Panini Comics.

C4C: In occasione del primo numero di Ringo – Orfani, l’artista Gabriele Dell’Otto ne ha realizzato la copertina Variant. Hai mai pensato di disegnare un personaggio Bonelli? Se sì, quale?
Marco: Perché no, non mi dispiacerebbe lavorare anche per la Sergio Bonelli Editore prima o poi. Mi piacerebbe sicuramente fare qualcosa per Nathan Never, Dragonero e Orfani.

Avengers_ChecchettoC4C: L’artista britannico Bryan Hitch dichiarò non molto tempo fa che non gli era piaciuto lavorare con Brian Michael Bendis, sceneggiatore Marvel, perché quest’ultimo non lo interpellava in merito alla trama o a come realizzare la storia. Quando crei una tavola, quanto spazio di manovra ti lasciano? Piacerebbe anche a te poter intervenire in quello che succede nella storia del fumetto?
Marco: La libertà creativa in Marvel è totale, ho sempre disegnato tutto quello che ho voluto. Intervenire sulla storia è un discorso diverso e complicato. Dipende dagli sceneggiatori con cui lavori. Con alcuni non ho mai parlato, con altri invece ci sono stati scambi continui. Preferisco le collaborazioni in cui posso dire la mia, ovviamente.

C4C: E ora un paio di domande un po’ più serie. Cosa ne pensi dello stato attuale dell’industria del fumetto?
Marco: É una domanda che meriterebbe una risposta lunghissima e noiosa. 😀 A me sembra un ottimo periodo in cui i comics non sono più ai margini dell’intrattenimento.

C4C: È giusto serializzare un artista, pressando gli autori con le scadenze? Mentre scrivo questa domanda mi viene in mente Capitan America Reborn, sempre di Bryan Hitch.
Marco: Le case editrici non obbligano gli artisti alla serializzazione. Quando un editore propone un lavoro ad un artista e l’artista pensa che il suddetto lavoro sia troppo pressante e/o faticoso può sempre usare la frase: ”No, grazie!

HyperionC4C: Se non vado errato, tra non molto scade l’esclusiva con Marvel. Saresti interessato ai personaggi DC? Io ti vedrei molto bene su Batman!
Marco: In realtà sarò legato alla Marvel ancora per qualche anno. Per quanto riguarda la DC, sono stato contattato più volte da loro in questi anni e non mi dispiacerebbe cimentarmi con i loro personaggi prima o poi. Vedremo.

C4C: Terminiamo l’intervista con una domanda che facciamo a tutti i nostri intervistati: Qual è la tua Kryptonite?
Marco: I mandarini. Li detesto, per me puzzano da morire, odio loro e chi li consuma. Spero che una qualche calamità li distrugga per sempre. 😀

Un caloroso grazie a Marco… E un grande in bocca al lupo per tutti i suoi progetti!

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...