DC Comics: svelati i piani originali per Flashpoint e Convergence

flspcv01Durante il recente incontro con i proprietari di fumetterie e librerie che ha avuto luogo ad Orlando, in Florida, è stato raccontato un aneddoto sul ruolo che avrebbe dovuto avere Flashpoint, la miniserie scritta da Geoff Johns che ha stravolto l’intero multiverso DC.

Infatti, se è vero che la miniserie è diventata il punto di partenza per il reboot ormai noto a tutti come New 52, sembrerebbe che il progetto iniziale da parte dei piani alti della major fumettistica fossero differenti.
In principio, Flashpoint sarebbe dovuto essere quello che attualmente è rappresentato da Convergence: un momento di pausa, una breve interruzione per tutte le serie e i loro autori, in modo da permettere a tutti gli uffici DC Comics il trasloco dalla storica sede newyorkese a Burbank, California.
conv1Originariamente, una volta terminato Flashpoint, le serie sarebbero dovute continuare per la loro strada senza bisogno di reboot. Come sia andata in realtà, lo sappiamo tutti.

Il trasloco a Burbank è stato rimandato al 2015, l’evento con protagonista il Velocista Scarlatto si è dipanato in diverse miniserie, ognuna incentrata su diverse versioni distorte degli eroi che conosciamo, per poi aprire le porte all’azzeramento (quasi) totale di continuity.
Convergence, conferma DC Comics, sarà realmente il culmine di tutto il lavoro che è stato portato avanti negli ultimi anni. Non ci resta che attendere la rinascita californiana di uno dei più grandi editori di fumetti supereroistici.

Fonte: BleedingCool

Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...