Salone del Libro di Torino: Tutti i motivi per andare

Il 28° Salone Internazionale del Libro di Torino è alle porte. La fiera si svolgerà infatti dal 14 al 18 maggio presso Lingotto Fiere.

Ma perché scegliere di andare al Salone del Libro, se si è appassionati di fumetti?

Per spiegarlo riporto le parole con cui gli organizzatori hanno scelto di pubblicizzare l’evento.

Il Salone Internazionale del Libro di Torino è la più grande libreria d’Italia, un prestigioso festival culturale, un essenziale punto di riferimento per gli operatori professionali del libro e un vivace spazio dedicato ai giovani lettori. Una vetrina dove gli editori piccoli e medi hanno la stessa visibilità dei grandi marchi e dove anche l’editoria locale può farsi conoscere oltre i confini del proprio territorio. Un immenso scaffale nel quale il grande pubblico può incontrare il libro in tutte le sue forme.

salone-internazionale-del-libro-di-torino1

Inoltre, il Salone torinese quando parla di “Libro”, lo intende davvero in tutte le sue forme, compreso il fumetto. Gli anni passati, ad esempio, girovagando per il Salone mi è capitato di imbattermi negli stand di Coconino Press, Bao e Tunué e grazie a questi fortunatissimi incontri ho conosciuto fumetti come Rughe di Paco Roca e autori come Zerocalcare.

Presso il Salone del libro di Torino potrete dunque trovare sia le case editrici che si occupano esclusivamente di fumetti (Bao, Tunué, Coconino Press), sia quelle che, invece, hanno iniziato a puntarci da poco, allargando i loro orizzonti letterari, ma anche quelle case editrici piccole o nuove che potrebbero nascondere tra le loro pubblicazioni qualcosa di imperdibile.

Meno colorato e spensierato di una fiera di fumetti (niente cosplay, mi spiace), ma ugualmente ricco di interessanti incontri culturali, il Salone Internazionale del Libro di Torino è un modo per incontrare il fumetto guardandolo da un punto di vista differente e forse più serio.

Per maggiori informazioni vi lasciamo il link della pagina ufficiale dell’evento.

Fonte: Salone internazionale del libro.

Immagini: Salone Internazionale del Libro, Daringtodo.

Beatrice Spezzacatena

Sono una studentessa di giurisprudenza che ama il giornalismo e i fumetti. Ho iniziato da piccola con Topolino, ho divorato tutte le altre uscite della Disney (Da Monster Allergy a X Mickey) e non mi sono più fermata. La curiosità è un mio brutto vizio.

Potrebbero interessarti anche...