BAO Boutique 3.0: Incontro con Turconi e Radice

Ieri pomeriggio, alla BAO Boutique in via Vigevano 11, a Milano, c’era nell’aria profumo di salsedine, di rum e di antiche avventure per i sette mari… Strani e loschi figuri si aggiravano intorno alla vetrina e all’ingresso del temporary store di BAO Publishing (che registra un altro tutto esaurito al secondo evento in calendario), alcuni declamavano versi di Blake e di Coleridge, con l’aria malinconica che appartiene ai cuori spezzati, mentre altri ridevano rumorosamente brindando alla prossima avventura, e ancora c’era chi vagava senza meta, anime smarrite alla perpetua ricerca di qualcosa, fosse anche solo del ricordo di sé stessi.

BAO Boutique - Insegna

L’insegna estiva della BAO Boutique

Tutti, o quasi, avevano però qualcosa in comune: variopinte magliette a righe orizzontali, curiosi cappelli e uno strano volume per le mani, di quei romanzi avventurosi che dall’ottocento sono arrivati sino ad oggi, un po’ sgualciti ma pronti a inghiottire coloro che – temerari! – hanno la mente e il cuore aperti, pronti a partire per terre lontane e inesplorate. Eccola qui, la splendida e colorata ciurma di lettori de Il Porto Proibito, il volume che ieri è stato presentato alla Boutique. La folla accorsa sfidando il caldo torrido era pronta a tutto pur di poter incontrare loro due, i capitani di questo racconto dalla rotta misteriosa eppure irresistibile: Teresa Radice e Stefano Turconi.

Il Porto Proibito - Orizzontale

La bellissima stampa in formato 30 x 42 su cartoncino goffrato dell'abbraccio notturno tra Nathan e Rebecca, firmate e numerate (tiratura 250 pezzi) dagli autori.

La bellissima stampa in formato 30 x 42 su cartoncino goffrato dell’abbraccio notturno tra Nathan e Rebecca, firmate e numerate (tiratura 250 pezzi) dagli autori.

Dopo una breve presentazione, si da il via agli sketch e ai disegni, e per l’occasione è possibile acquistare e farsi dedicare una delle 250 stampe di una bellissima tavola di Stefano, raffigurante una delle scene più dolci del libro. Mentre ci aggiriamo per gli scaffali di una Boutique più marinaresca che mai, ci soffermiamo ad ammirare la replica della Last Chance, una delle navi che appaiono nel libro (qui potete ammirare una bella gallery fotografica, che mostra l’attento momento in cui vengono montate le vele, tratta dal blog di Stefano e Teresa), e ad assaporare l’atmosfera di allegria che aleggia all’interno del negozio.

Il Porto Proibito - coverIl Porto Proibito di Turconi e Radice è una storia di crescita, avventura, mare e poesia, con un pizzico di soprannaturale a condire il tutto. Siam, 4 luglio, 1807: tutto inizia con il salvataggio di Abel, un giovane naufrago che ha perso la memoria, recuperato da una nave della flotta britannica, la HMS Explorer, nelle acque vicino alla costa. Da quel momento inizia per il piccolo protagonista un viaggio, alla ricerca di sé stesso e della memoria perduta, che lo porterà lontano… Dove mai avrebbe pensato di arrivare.
Quella raccontata nelle oltre 300 pagine del libro è una storia che arriva da lontano, un seme che nasce circa 20 anni fa e che si è fatto largo fino a germogliare in un lavoro durato due anni, tra viaggi a PortsmouthTurconi e Radice 02un’accuratissima opera di ricostruzione, sia per quanto riguarda i disegni che nella scrittura. Nessun dettaglio è stato trascurato, ciascun tassello è al posto giusto e il risultato è uno dei libri più importanti usciti quest’anno.

Che cosa ci portiamo a casa? La contagiosa felicità di due autori contenti di sentire e incontrare il proprio pubblico di lettori; gli occhi di Stefano e Teresa non nascondono la gioia di poter portare il loro libro per migliaia di altri porti, quelli che si trovano dentro di noi, che aspettano che la storia giusta possa attraccare e lasciare il suo carico di emozioni, suggestioni, canzoni, parole e facce mai viste eppure familiari. È vero, ieri faceva caldo, molto caldo, ma ne è valsa assolutamente la pena. Vi lasciamo con le parole di Pirandello, tratte da “I giganti della montagna”, che fanno da introduzione al volume:

Ebbene, signori,
vi dico come si diceva un tempo ai pellegrini:
sciogliete i calzari e deponete il bordone.
Siete arrivati alla meta.
Da anni aspettavo qua gente come voi
per far vivere altri fantasmi che ho in mente.

Il prossimo appuntamento alla BAO Boutique è per martedì 9 alle 18.30, dove Vanna Vinci presenterà il nuovo libro targato BAO, “Sophia”. Noi di C4 Comic come sempre saremo lì, pronti a raccontarvi tutto quanto!

Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...