Eris Edizioni: In autunno l’integrale de “Il Celestiale Bibendum” di De Crécy

Che il mercato fumettistico italiano abbia ancora qualche problema da risolvere è un dato di fatto: a volte si dà molta importanza a lavori che non ne meriterebbero troppa, trascurando altre produzioni straniere (e non) che potrebbero invece risultare parecchio interessanti. Fortunatamente possiamo contare su un discreto numero di case editrici molto attente alla selezione delle opere da pubblicare che riescono a regalarci delle autentiche perle della narrativa a fumetti. Opere che difficilmente riusciremmo a leggere senza un’adeguata promozione e diffusione.

Il prossimo autunno uscirà, per Eris Edizioni, un’edizione integrale de Le Bibendum céleste (in italiano tradotto con il titolo Il Bibendum celestiale) dell’artista francese Nicolas De Crécy. Quest’autore, pur avendo avuto diversi riconoscimenti e influenzato molti colleghi europei, per lungo tempo è stato ignorato dall’editoria italiana ma grazie a questa iniziativa della Eris avremo finalmente l’occasione di recuperare la sua opera principale.

Il primo volume de Le Bibendum céleste è stato pubblicato nel 1994 da Les Humanoïdes Associés e vedeva impegnato De Crécy nella sua prima prova da autore unico. La straordinaria poesia di quel lavoro, a metà strada tra il surreale e il fantastico, lo ha portato al successo non solo in Francia, ma anche in molti paesi europei e persino in Giappone, tanto che al primo capitolo del Bibendum ne sono seguiti altri due nel 1999 e nel 2002.

Oggi, a poco più di vent’anni dalla sua prima pubblicazione francese, l’edizione proposta da Eris raccoglierà tutti e tre i tomi di cui è composta l’opera, permettendo ai lettori italiani di godere completamente della sua ricchezza e complessità.

Il-celestiale-bibendum-2

Fonte: ErisEdizioni

Walter "Terzo di Due" Santarelli

Astrologo esordiente, sensitivo a giorni alterni ed esploratore della quinta dimensione (orari pasti). Il mio motto è "Sapor Arepo Tenet Opera Rotas" che in latino vuol dire tutto e non vuol dire nulla.

Potrebbero interessarti anche...