Bonelli: Zagor e il ritorno di Hellingen

zagor1

Il peggior nemico dello Spirito con la Scure torna ad affrontare Zagor nella saga che ha inizio con l’albo L’eredità di Hellingen, uscito in tutte le edicole e fumetterie martedì 4 agosto.

Scritto dal curatore della serie Moreno Burattini e con Gallieno Ferri (co-creatore della serie insieme a Sergio Bonelli) ai disegni, il nuovo numero di Zagor riprende uno dei nemici più apprezzati dal pubblico. Un geniale e malvagio scienziato pazzo deciso a conquistare il mondo.

Alla sua prima apparizione, su Zagor #12, Hellingen costruì un gigantesco robot d’acciaio, Titan, per attaccare una tribù di indiani Ottawa. Guido Nolitta (Sergio Bonelli) mostrò, quindi, con largo anticipo che la commistione tra western e fantascienza era una combinazione possibile e vincente.

zagor2

Infatti, con la saga degli Akkroniani, una razza aliena arrivata sulla Terra e nascosti in una base segreta sul monte Nataani, Nolitta aveva già creato una unione magnifica tra i due generi. Il professor Hellingen, per vendicarsi dell’umanità, strinse un patto con quelle creature. Troviamo, così, nelle classiche ambientazioni di Darkwook missili teleguidati, schermi simili a computer e altre attrezzature futuristiche.

Ma nella lunga storia del personaggio bonelliano, Nolitta non è stato l’unico a metter l’un contro l’altro Zagor ed Hellingen. Anche Tiziano Sclavi e Mauro Boselli hanno contribuito ad alimentare la leggenda dello scienziato pazzo.

Nel 1988 uscì l’albo numero 275, Incubi, nel quale Sclavi catapultò i lettori nell’abisso in cui cadde Zagor, il quale muore due volte, in un incrocio di dimensioni alternative e realtà parallele, con la messa in discussione del ruolo dello Spirito con la Scure.

zagor3

Mauro Boselli, invece, nel 1997 con la storia Hellingen è vivo! riporta in vita il professore grazie al demone Wendigo, originario di un’altra dimensione e che non può interagire con la realtà terrestre.

Ora, con la nuova saga, ci sarà una sorta di salto indietro nel tempo, tornando all’ultima apparizione dell’Hellingen di Nolitta, senza che lo scienziato del male abbia memoria degli eventi successivi. Inoltre verrà rivelato il suo vero nome e l’oscuro passato che ha segnato il suo malvagio cammino.

Non resta che attendere l’evolversi della trama e seguire i prossimi numeri per conoscere come andrà a finire questo ennesimo scontro tra Zagor e Hellingen.

Fonte: Sergio Bonelli Editore

Immagini: Sergio Bonelli Editore

Francesco Trione

Laureato con lode in Scienze Politiche, Mediatore Culturale e...blablabla...grande appassionato di fumetti, cinema, narrativa, illustrazione e dell'arte in ogni sua forma.

Potrebbero interessarti anche...