Doctor Who: Un gruppo hindū protesta contro Titan Comics

dr who1

Un gruppo hindū americano ha protestato ufficialmente contro la pubblicazione di un numero del fumetto Doctor Who uscito lo scorso anno, il terzo albo della serie del Dodicesimo Dottore.
In particolar modo, sarebbe risultato inaccettabile un passaggio in cui ci si riferiva alla dea Kali come ad un’antica e mortale creatura, sconfitta da tempo, le cui membra sono state disperse per evitare il suo ritorno.

Rajan Zed, Presidente della Società Universale dell’Induismo, in Nevada, ha chiesto alla Titan Comics di ritirare il fumetto, sia dai negozi che da internet, pretendendo pubbliche scuse da tutti i responsabili. Affermando, inoltre, che la dea Kali è un essere adorato in templi, santuari e nelle case dei fedeli, e non un mostro usato liberamente nelle versioni rielaborate per i fumetti. E, soprattutto, chiamarla una “creatura” risulta enormemente grave e dannoso per i suoi devoti.

Zed ha sottolineato, però, che gli hindū sono a favore della libertà di parola tanto quanto chiunque altro, se non di più. Ma questa affermazione contrasta con la presa di posizione nei confronti del fumetto in esame, giustificando tale reazione ponendo il limite della fede come qualcosa di sacro e inviolabile, puntualizzando che ogni tentativo di sminuire la fede faccia del male ai devoti.

The-Swords-of-Kali-pt2

D’altro canto, sarebbe davvero difficile (se non impossibile) affrontare temi storici e viaggi temporali nei fumetti senza plasmare, attraverso la capacità creativa dell’immaginario, nuovi ruoli e rivisitazioni di personaggi leggendari legati ad eventi realmente accaduti o appartenenti alle diverse tradizioni e mitologie del mondo.
Questo è ciò che accade in Doctor Who e in tanti altri fumetti. E non ci poteva essere villain più suggestivo e intrigante che la dea Kali in un viaggio in India del Dottore.

Titan Comics ha espresso le proprie scuse nel caso la rappresentazione della dea Kali nel fumetto abbia potuto urtare la fede religiosa di qualche lettore. Precisando, però, che il personaggio è un alieno che utilizza l’iconografia di Kali per infiltrarsi nell’India del 1800. La storia, infatti, alla fine rivela che questa entità non è la vera dea della fede hindū.

Fonte: BleedingCool

Immagini: Titan Comics

Francesco Trione

Laureato con lode in Scienze Politiche, Mediatore Culturale e...blablabla...grande appassionato di fumetti, cinema, narrativa, illustrazione e dell'arte in ogni sua forma.

Potrebbero interessarti anche...