4 Comics: Secret Wars #0, Avengers #29, Star Wars: l’Impero a pezzi #1, Convergence #2

4 Comics dicembre

Secret Wars # 0

Autori: Jonathan Hickman, Paul Renaud
Formato: Brossurato a colori, 17×26, 72 pagine, € 3,30
Editore: Panini Comics, Marvel Italia

le uscite di novembre (1)La piccola Valeria Richards spiega alla Fondazione Futuro che il mondo sta per finire e non ci sono scappatoie e vie d’uscita, semplicemente tutte le realtà del multiverso stanno collassando l’una sull’altra. L’unica cosa che rimane da fare è costruire una “scialuppa di salvataggio” per preservare il meglio dell’umanità per quello che verrà dopo. Secret Wars #0 è il prologo ideale per introdurre i lettori a quella che sarà una delle saghe più importanti nella storia della Casa delle Idee. A sorpresa, nel fumetto che narra la fine del Marvel Universe, è inserita la prima apparizione dei “nuovissimi e diversissimi” Avengers, ovvero un primo sguardo a quello che ci aspetterà dopo Secret Wars. Nel gruppo troviamo i tre capisaldi dei Vendicatori: Capitan America, Iron Man e Thor, con la sola differenza che gli eroi non sono proprio quelli che hanno militato così a lungo negli Avengers. Cap e la dea del tuono già li conosciamo, mentre ancora nessuno sa chi si cela nell’armatura del Testa di Ferro. A loro, si affiancano la Visione e tre supereroi adolescenti: Nova, Ms. Marvel e Spider-Man (Ultimate). Il gruppo sembra essere interessante, anche se non del tutto nuovo come idea; magari è solo una mia sensazione, ma leggendo la storia mi sono tornati in mente gli ormai classici X-Men di Claremont e Lee, ritrovando le stesse dinamiche intercorse tra il vecchio e burbero Wolverine e la scapicollata Jubilee.

Avengers #29

Autori: Jonathan Hickman e Stefano Caselli
Formato: Spillato a colori, 17×26, 80 pagine, € 3,50
Editore: Panini Comics, Marvel Italia

le uscite di novembre (7)La storia pubblicata in questo numero degli Avengers si chiama “L’ultimo istante” e il titolo non poteva esser più azzeccato, perché vi è narrato l’ultimo racconto dei Vendicatori come li conosciamo oggi e di cui leggiamo le avventure dagli inizi degli anni ’60. E come pensate abbiano passato l’ultimo istante del loro universo due vecchi amici, che hanno combattuto per anni l’uno al fianco dell’altro, come Capitan America (Steve Rogers) e Iron Man? Si sono riempiti di mazzate e d’insulti! Effettivamente tra i due non corre più buon sangue da Civil War e da allora le divergenze di pensiero sono aumentate con il tempo. Cap, l’eterno boy-scout, non è mai pronto a scendere a compromessi: le cose sono bianche o nere. Ben diverso è il pensiero di Tony, per il quale esiste un’intera scala di grigi tra i due estremi, soprattutto da quando l’inversione di Axis ha radicalmente cambiato la sua percezione della morale. Steve è ormai invecchiato ma questo non lo tiene lontano dalla sfida, indossando una delle armature del suo vecchio amico, imbraccia il suo scudo e lo affronta a viso a aperto. Non vi dirò chi vince lo scontro, purtroppo altrettanto non faranno gli autori, che al pari d una canzone che finisce con l’effetto dissolvenza, si allontanano dal combattimento lasciando gli spettatori con il loro dubbio, alimentato dalla curiosità nerd che è in noi. Personalmente dalla direzione in cui va lo scontro, la vittoria è in mano a Cap, ma sono di parte. Avengers #29 è scritto bene e disegnato benissimo, sul fumetto troviamo, infatti, due degli artisti migliori del roster Marvel: Marco Checchetto e Stefano Caselli.

Star Wars: l’Impero a pezzi #1

Autori: Greg Rucka e Marco Checchetto
Formato: Brossurato a colori, 17×26, 48 pagine, € 3,00
Editore: Panini Comics

star warsIl ventennale Impero creato dal crudele Palpatine è giunto alla fine. Anakin Skywalker ha portato equilibrio nella forza, come aveva predetto la profezia e la Morte Nera è esplosa nei cieli della luna di Endor. Ma è realmente la fine dell’Impero? Come scopriranno presto i ribelli, un nemico ferito è molto più pericoloso, perché non ha più nulla da perdere. Il dream team di Punisher, Greg Rucka e Marco Checchetto tornano per impacchettare un altro capitolo della famosa saga stellare che rimarrà nella storia. L’Impero a pezzi è, infatti, il prologo ufficiale de Il risveglio della Forza, attesissimo ottavo capitolo di Star Wars. Il fumetto non è solo consigliato per gli amanti della space opera, ma soprattutto per chi ama i comics ben disegnati. L’universo di Guerre Stellari è realizzato nel rispetto di ogni minimo particolare grazie a un attento studio della trilogia originale.

Convergence #2

Autori: Mark Waid e Chris Sprouse
Formato: Spillato a colori, 16,8×25,6, 64 pagine € 4,50
Editore: RW Edizioni, Lion Comics

convergenceNel secondo capitolo di Convergence finalmente parte l’azione, dopo un primo numero prevalentemente introduttivo, ora le parole lasciano il posto ai fatti. I protagonisti sono ancora lo sparuto gruppo di sopravvissuti di Terra 2. Dopo un veloce e inconcludente scontro contro l’onnipotente Talos, gli eroi cominciano a esplorare il nuovo mondo costellato da città provenienti da molteplici universi paralleli e linee temporali estinte. Incroceranno le loro strade con molti personaggi e non tutti saranno pacifici. Probabilmente molti non sanno che la lunga saga Convergence è stata realizzata per dare il tempo al personale DC Comics di spostare gli studi dalla loro storica sede di New York City alla loro nuova casa a Burbank, in California. Questo secondo numero è sicuramente migliore del primo, ma solo perché il primo numero è stato tristemente noioso.

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...