Videorecensione: Blast

Pagina dopo pagina lo vedi, lo senti dentro, il pugno che ti sta arrivando. Ma non riesci a evitarlo, non ne hai la forza.

La storia di Polza Mancini, raccontata a due poliziotti in cerca di una confessione, fa male, graffia, scortica, mette in gioco le ragioni profonde dell’esistenza scavando senza pietà nelle nostre anime, mettendole a nudo. Siamo inermi di fronte al racconto dell’uomo dalla personalità sfaccettata, al netto dei suoi deliri, delle sue omissioni, dei suoi estatici voli pindarici.

Blast è stato pubblicato da Coconino Press – Fandango in quattro pregevoli volumi brossurati per circa 800 pagine complessive, al prezzo variabile da 20 a 22 euro. Nei miei video assai raramente uso la parola capolavoro, ma questo è il caso. Blast di Manu Larcenet eleva il fumetto ad arte, con un racconto lento, doloroso e maturo, che scava a fondo nel nostro io più sepolto, che strazia e lacera le carni, che torce le budella, che urla disperato e con le lacrime agli occhi.

Ecco la nostra videorecensione:


Grassa carcassa. Blast: 1
L’apocalisse secondo San Jacky. Blast: 2
A capofitto. Blast: 3
Blast: 4
Lo scontro quotidiano. Ediz. integrale

Max Bonati

Androide proveniente da un extramondo al di là dei bastioni di Orione. Deckard mi sta dando la caccia, nel frattempo cerco di leggere più fumetti possibile.

Potrebbero interessarti anche...