“Dieci elegie per un ossobuco”: Coconino Press porta in libreria il nuovo graphic novel di Leila Marzocchi e Pinko Zeman

Le mirabili avventure di una mummia nel circo dei freak:
in libreria il nuovo comico, surreale graphic novel
di Leila Marzocchi e Pinko Zeman

Dieci elegie per un ossobucoEcco a voi i mirabolanti viaggi e le avventure di Bedo, la mummia fuggita dal Louvre e finita in un circo di freak, dove conosce Lord Blumdsbury, nobile cane bassotto col vizio delle scommesse, Bessie la donna barbuta, l’Uomo aragosta… E dove la mummia stessa dimostra inaspettate doti acrobatiche e un vero talento nel narrare storie. Un graphic novel surreale, divertente e acuto, che rende omaggio alla nobile tradizione della satira, al cinema anni ’30 e alla fervida immaginazione del feuilleton. Dove si svela, tra l’altro, l’origine segreta del misterioso Necronomicon, il libro magico del folle esoterista Abdul Alhazred, e si spiega perché mai la vita somigli così tanto ad un ossobuco. Accomodatevi, signore e signori, e girate pagina: lo spettacolo sta per cominciare.

Elementi della ricetta funambolica di Bedo, la mummia:
15% di spirito dadaista
15% di tradizione fantastica da Jules Verne al Barone di Munchausen
10% di Belle Epoque parigina
1% di assenzio
20% di orgoglio freak
29% di melanconico cinismo secolare
10% di afrore animale
poi bombette, ombrelli, barbe, ghette a piacimento.

Mescolare e servire con un Bordeaux di annata.

Titolo: Dieci elegie per un ossobuco
Collana: Abra macabre
Autori: Leila Marzocchi e Pinko Zeman
Numero pagine: 72 in bicromia formato 21,5 x 29 cm
Prezzo: 18 euro
ISBN: 9788876182938

Gli autori
Leila Marzocchi pubblica i suoi disegni e le sue storie dal 1985. Collabora con quotidiani e riviste, da Repubblica al Corriere della Sera. I suoi fumetti sono editi in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Giappone e Stati Uniti. Per Coconino Press ha realizzato numerosi volumi tra cui la saga Niger e quella di Hambone. Ha vinto nel 2007 il prestigioso premio Lo Straniero.

Pinko Zeman nasce a Zagabria troppi anni fa. In Croazia lavora come gagman per Hungaro Film e Animadynamo prima di scrivere drammaturgie per il teatro. Si trasferisce dunque a Bordeaux, in Francia. Dopo un periodo allo sbando in cui commercia pneumatici e scrive un breve saggio sui pitagorici (dato successivamente alle fiamme), comincia a collaborare con Leila Marzocchi. Sono passati ormai 15 anni. La sua misantropia gli impedisce di frequentare i festival di ogni dove.

Fonte: Coconinopress.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...