Play 2018: la decima edizione appena iniziata distribuisce sorrisi e divertimento

Iniziata la decima edizione del festival del gioco

Play distribuisce sorrisi e divertimento

Il più grande Festival italiano dedicato al gioco da tavolo già nella prima giornata conquista grandi e piccini. Successo per la novità Play Trade, area dedicata ai professionisti del settore. Oggi tra le curiosità da non perdere la presentazione del gioco dedicato a Tex Willer e in centro città la sfilata di Star Wars

Inizio scoppiettante per la tre giorni di Play che al debutto assoluto di venerdì per celebrare i 10 anni del festival del gioco da tavolo più importante d’Italia registra già migliaia di accessi. Appassionati e curiosi non si sono fatti scappare la grande novità dell’aggiunta di una (mezza) giornata in più rispetto al tradizionale appuntamento del sabato e della domenica e così – nonostante il giorno feriale – dall’apertura dei cancelli (ore 14) tavoli e padiglioni di ModenaFiere si sono riempiti di visitatori di qualunque età fino a sera.

Grandissima curiosità per una delle novità assolute della decima edizione, ovvero il padiglione “Play Kids” con 2500 metri quadri destinati esclusivamente a giochi, laboratori e attività interattive per far conoscere ai più piccoli (e ai loro genitori) le nuovissime proposte delle aziende che hanno abbassato la soglia minima d’età dei giochi da tavolo. E così con tavoli, sedie e allestimenti tutto a misura di bambino, anche i più piccoli hanno potuto sfidare i propri genitori in un’atmosfera ludica unica a cui hanno fatto da contorno la pista di trottole più lunga d’Italia, quella di 15 metri delle biglie a ciclotappo, le attrezzature messe a disposizione dai LudoBus per i giochi di movimento, le costruzioni in legno e quelle con gli intramontabili mattoncini Lego.

E mentre al piano terra i tavoli hanno ospitato giochi e sfide, ai tavoli del primo piano della Fiera si è invece discusso di affari con aziende ed editori a caccia di nuovi talenti: la scommessa dell’evento “business” Play Trade – l’altra grande novità della decima edizione – ha riscosso un grande successo con oltre 200 addetti ai lavori che per tutta la giornata si sono potuti concentrare sulle proprie attività con diversi spunti di approfondimento.

Adulti e bambini, giovani e meno giovani, disegnatori ed editori, gli uni di fianco agli altri nella ludoteca più grande d’Italia che in poche ore ha già lanciato un messaggio chiarissimo: i giochi da tavolo vivono un momento di forma straordinario e Modena, grazie a Play, si prepara a vivere un week end da protagonista con eventi imperdibili non solo nel quartiere fieristico. Come da tradizione, infatti, il programma segna in agenda appuntamenti anche “Fuorisalone”, con la città che diventa palcoscenico speciale con eventi distribuiti sul territorio nel corso di tutto il week end: domani – sabato 7 aprile – non stop dalle 9 alle 23 tra campionati italiani di giochi logici, sfilata di Star Wars, giochi al museo di Zoologia e anatomia comparata.

In fiera, invece, tra gli oltre 22 mila metri quadrati (equivalente di venti campi da tennis) dei padiglioni si potrà – tra le tantissime opportunità in programma domani, sabato 7 aprile – accedere a Play Kids, conoscere le ultime novità dei giochi in scatola come ad esempio “Fino all’ultima pallottola” del leggendario Tex Willer (dalle 10,30 alle 16,30 sarà inoltre presente Fabio Civitelli, matita storica di Tex), assistere alle Galactic Qualifier di Star Wars: Destiny” con partecipanti provenienti da tutta Europa, provare le demo tra cui quella di “7th Sea”, vincitore del Gioco di ruolo dell’anno 2017. Organizzato da ModenaFiere con le associazioni ludiche Club TreEmme, La Tana dei Goblin e Gilda del Grifone, e con il patrocinio del Comune di Modena e della Regione, Play-Festival del Gioco nella scorsa edizione ha registrato oltre 30 mila visitatori.

Istruzioni per l’uso: dove, quando e come arrivare

Sabato 7 aprile apertura dalle 9.00 alle 20.00, domenica 8 aprile dalle 9.00 alle 19.00. Per chi arriva in treno a Modena si consiglia l’autobus n. 9 della linea di trasporto urbana che collega la stazione ferroviaria al quartiere fieristico e viceversa (ogni 20 minuti nei giorni feriali e ogni 30 minuti nei giorni festivi). Sabato 7 e domenica 8 aprile, dalle ore 8.30 alle ore 20.30, sarà disponibile anche una navetta di collegamento tra Stazione e ModenaFiere.

Per chi viaggia in auto l’uscita autostradale è Modena Nord, mentre le soluzioni per i parcheggi sono 2: lasciare l’auto nel parcheggio riservato su prenotazione acquistabile online all’indirizzo http://play2018.parkforfun.it/ o nello spazio visitatori al prezzo di 7 euro. Diverse le opzioni per l’acquisto dei biglietti. Sul web: abbonamento 3 giorni 30 euro, abbonamento 3 giorni bambini dai 4 ai 10 anni 8 euro. Biglietto intero venerdì 6 aprile 8 euro, intero per 1 giorno sabato 7 e domenica 8 12 euro: biglietto intero bambini dai 4 ai 10 anni 3 euro (esclusi costi di prevendita e commissioni di servizio).

Direttamente alla cassa: abbonamento 3 giorni 32 euro, abbonamento 3 giorni bambini dai 4 ai 10 anni 8 euro: biglietto intero venerdì 6 aprile 10 euro, sabato 7 e domenica 8 aprile 15 euro. Ridotto convenzioni (Conad) sabato e domenica 12 euro, ridotto convenzioni (Conad) venerdì 8 euro. I bambini dai 4 ai 10 anni pagano 3 euro (fino al giorno precedente a quello del compimento dell’undicesimo), ingresso gratuito fino ai 4 anni.

Per info su programma, orari e costi si rimanda al sito ufficiale dell’evento www.play-modena.it

Fonte: Play-Modena.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...