C4 Compressa: Cells at Work! #1, esplorando il corpo umano in salsa manga

Il concept di Cells at Work!, il manga d’esordio di Akane Shimizu e novità targata Edizioni Star Comics, è semplicissimo: prendere le dinamiche del corpo umano e trasformarle in un manga d’azione per ragazzi. Una sorta di “Esplorando il corpo umano” in salsa giapponese, per intenderci. Anche in questo caso, le vicende ruotano attorno ad un Globulo Rosso, trasformato qui in una graziosa fattorina incaricata di consegnare Ossigeno e Anidride Carbonica, che si ritrova sempre nel mezzo delle più disparate catastrofi in giro per il corpo umano. L’altra costante dell’opera è la provvidenziale apparizione di un Globulo Bianco, un cupo paladino dell’ordine, che dà il via alle procedure di contenimento del disastro. Allo stesso modo, anche tutte le altre cellule del corpo sono state antropomorfizzate seguendo degli archetipi molto basilari -le piastrine del sangue, per esempio, sono diventate bambine dell’asilo- mentre i problemi del corpo umano sono stati mutati prendendo ispirazione dai più disparati topos narrativi. Un’invasione di batteri del pneumococco diventa quindi un attentato terroristico, una reazione allergica diventa una catastrofe da disaster movie, mentre l’influenza dà il via ad un’epidemia zombi. Il tono rimane quello di una commedia d’azione che, unito allo stile di disegno semplice e pienamente inserito nella tradizione del manga shonen moderno, rende Cells at Work! una lettura leggera e divertente, composta da un susseguirsi di storie autoconclusive caratterizzate da una buona comicità, inventiva e interessanti nozioni sul funzionamento del corpo umano.

Matteo Caronna

Studente di Lingue e Letterature Moderne a Roma. Inizia a leggere fumetti per caso e sempre per caso continua a farlo. Poi un giorno loro gli fanno scoprire la magia e stringono un patto con lui affinché inizi a scrivere recensioni e non li abbandoni mai.

Potrebbero interessarti anche...