I tre cani: il fumetto indipendente dell’associazione “Mammaiuto” arriva a Spazio 32 (SP)

Fumetti indipendenti a Spazio 32
Presentazione dell’associazione culturale Mammaiuto e del nuovo libro “I tre cani” di Samuel Daveti e Laura Camelli

Intervengono Laura Camelli, Samuel Daveti, Giusy Gallizia, Lorenzo Palloni e Alessio Ravazzani

Venerdì 18 maggio, ore 18.00
Spazio 32 – Via Domenico Chiodo 32 alla Spezia
Ingresso libero

Fare fumetti per il piacere di farli. È questa la mission dell’associazione culturale Mammaiuto, che sarà ospite venerdì 18 maggio (ore 18.00) a Spazio 32 – biblioteca e centro culturale della Fondazione Carispezia dedicato al fumetto, all’illustrazione e alle arti grafiche – per presentare le proprie attività e il nuovo volume autoprodotto “I tre cani” di Samuel Daveti (testi) e Laura Camelli (disegni) – entrambi membri dell’associazione – vincitore del Premio Micheluzzi come “Miglior webcomic” al Napoli Comicon 2018.

Un evento che si inserisce dunque nel percorso di Spazio 32 dedicato a valorizzare i talenti del territorio nel campo delle arti visive, nonché una delle più interessanti realtà indipendenti nel panorama del fumetto italiano.

I tre cani

Una ragazza, con l’aiuto di tre cani magici, affronta un viaggio alla scoperta di sé stessa: vivendo fantastiche avventure, raggiungerà libertà ed emancipazione.

Se la maggior parte delle fiabe tradizionali italiane ha sempre avuto come protagonisti uomini che intraprendono incredibili avventure e, nella storia della letteratura, i personaggi femminili protagonisti compaiono in minor numero, spesso con l’obiettivo o l’unica aspirazione di essere belle e sposare il principe di turno.

Samuel Daveti ha preso una fiaba della tradizione e invertito i personaggi maschio/femmina, facendo vivere alla protagonista Pomeria quel genere di avventure riservate prettamente agli uomini. Una figura che si emancipa dalla situazione di partenza di angelo del focolare e diventa una delle più grandi esploratrici dei mari, che viene vista con invidia e sospetto e fischiata quando non accetta la mano del principe, ma che preferisce prendere in mano le redini del proprio destino invece di “vivere felice e contenta”.

Associazione culturale Mammaiuto

Costituitasi nel 2011, l’associazione Mammaiuto è un collettivo di autori di fumetti che hanno scelto la via dell’autoproduzione per raggiungere i lettori direttamente, eliminando la presenza di intermediari: tutte le storie, le illustrazioni e le strisce prodotte sono disponibili gratuitamente sul sito www.mammaiuto.it, mentre la vendita dei volumi cartacei è finalizzata a sostenere i compensi agli autori e a pagare le spese vive dell’associazione. Oltre all’autoproduzione, tutti i volumi di Mammaiuto sono pubblicati anche da case editrici italiane e francesi.

È composta da: Laura Camelli, Samuel Daveti, Francesco Frongia, Giusy Gallizia, Francesco Guarnaccia, Sara Menetti, Lorenzo Palloni, Alessio Ravazzani, Claudia Razzoli, Francesco Rossi e Giorgio Trinchero.

Farà da cornice all’evento la mostra fotografica “Uncutdi Simona Ghizzoni, aperta fino al 23 giugno a Spazio 32.

Fonte: Spazio32.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...