Pokémon: analisi trailer Let’s Go Eevee & Let’s Go Pikachu

Un ragazzo che controlla Pokémon Go! sullo smartphone, un Pikachu che gli corre davanti, si ferma davanti alla porta di casa sua e che, previa apertura di quest’ultima, entra dentro la TV: ed è subito Pokémon. Nella primissima mattinata di oggi, Nintendo ha pubblicato l’attesissimo trailer di Pokémon: Let’s Go Pikachu/Let’s Go Eevee, annuncio sperato ma paventato da molti appassionati visto che i rumors sul gioco si facevano sempre più insistenti. Il nuovo capitolo della serie (che pare proprio essere una sorta di spin-off per attirare i neofiti del brand), ci riporterà a Kanto, la regione in cui tutto è iniziato. Il gioco ha abbandonato gli incontri casuali tipici dei JRPG, mettendo i mostriciattoli tascabili visibili sulla mappa, in modo tale che il giocatore possa ingaggiare pokémon che non ha ancora catturato.

Per quanto riguarda il sistema di cattura di Pokémon, apparentemente sembra che si siano limitati a trasporre le modalità già viste su Pokémon Go!, traslando i comandi coi movimenti del Joycon anziché quelli del dito. Spero vivamente che alla base ci sia anche la possibilità di indebolire i Pocket Monster come nei capitoli della serie principale. A destarmi questa speranza è il comando “Help” presente nella HUD della cattura dei mostriciattoli tascabili.

Inoltre, Game Freak ha introdotto una modalità di co-op offline che ci consetirà di andare a caccia di Pokémon insieme ad un amico seduto vicino a noi; sebbene sulla carta mi sembri un’idea molto interessante e funzionale all’esperienza di gioco, quello che ho visto sul trailer mi preoccupa un po’: pare infatti che anche gli allenatori che incontreremo nel nostro cammino possano essere affrontati in due, creando così degli assurdi scontri 2vs1 che potrebbero sbilanciare la difficoltà del gioco finale.


Il sistema di controllo ci vedrà impugnare un Joycon messo in verticale, che potrebbe essere una mossa molto azzeccata per quanto riguarda il mondo dei Pokémon: il controller in questa posizione, consentirebbe un facile accesso ad un tasto laterale per interagire con gli NPC del gioco e ad una levetta analogica per consentire lo spostamento del personaggio e così facendo, si potrebbero sfruttare le features basate sul riconoscimento dei movimenti dei mini-pad per Switch. The Pokémon Company ha anche annunciato un nuovo accessorio, una Pokéball, che ci consetirebbe di portare con noi un Pokémon di nostra scelta, ma ancora non sono molto chiari i benefici che apporterà alla piccola creatura che starà con noi. Inoltre, questa nuova periferica funzionerebbe anche come controller per Switch.

Il trailer continua, mostrando la possibilità di connettere Let’s Go Pikachu/Let’s Go Eevee con Pokémon Go e il poter visitare uno spazio con presenti i pokémon all’interno del nostro account di Pokémon Go, e mostrandoci sulla possibilità di personalizzare i nostri “companion”. Il Team Rocket sarà il gruppo di malintenzionati che dovremo sconfiggere durante la nostra avventura, andando a confermare il fatto che questo sia un remake del vecchio Pokémon Giallo.

Negli ultimi frame del video, vediamo il nostro avatar da allenatore di fronte a Mewtwo. Questa scena mi ha fatto sorgere qualche dubbio: basandoci solamente su quanto dichiarato da TPC oggi, i Pokémon si dovrebbero catturare con lo stesso meccanismo che abbiamo potuto provare su Pokémon Go!: non avrebbe tanto senso mettere una scena del genere se poi non potremo combattere con il nemico, ma solamente lanciargli Pokéball. Presumo che nel corso dell’avventura a Kanto, potremo sfidare anche Mewtwo, in maniera non molto dissimile da come si combattono gli allenatori nel trailer.

E voi? Cosa ne pensate di questo trailer? Siete interessati a questo nuovo prodotto dedicato interamente ai neofiti della serie?

Pacione Bosconovitch

Pacione Bosconovitch è un losco figuro appartenente all'anonimo mondo del web. Ama parlare di videogiochi, sia vecchi che nuovi, ed ama viaggiare.

Potrebbero interessarti anche...