Mario Tennis Aces: prova del torneo online

Il prossimo 22 giugno, la serie di Mario Tennis torna a colpire su Switch: durante lo scorso week-end Nintendo ha messo a disposizione una demo della funzionalità torneo online, facendoci assaggiare il gameplay del gioco e potendo testare così la stabilità dei server di gioco.
La serie, sviluppata da Camelot, accompagna le console Nintendo da 18 anni, essendo de-facto una delle avventure sportive più vecchie dell’ ex-idraulico più amato dal mondo videoludico, non riuscendo però a raggiungere il successo di altri spin-off come Mario Kart e Smash Bros.
La demo apre le danze con un tutorial ponendoci come allievi di un Tartosso, che ci educherà riguardo ai comandi di base del gioco: già da questo primo contatto con il gioco si ha l’impressione che il gameplay sia notevolmente curato.
Una volta iniziato a giocare contro avversari umani, dopo qualche scambio di palla, si prende la mano con il sistema di controllo che si è rivelato in grado di restituire veramente un bel feedback: il movimento del nostro personaggio è fluido e risponde bene al nostro input di comando.
I controlli di movimento presenti nel Joy-Con sono precisi ed è piacevole la vibrazione presente durante l’ultima palla dei set, che simula il battito cardiaco del nostro alter-ego.
La curva di apprendimento di Mario Tennis: Aces è ben calibrata ed è subito chiaro che l’unica cosa che conta è la bravura del giocatore: una volta presa confidenza con i colpi base contraddistinti da una scia di colore diverso si avverte la necessita di padroneggiare la carica dei colpi per riempire la barra dell’energia (necessaria per mettere a segno colpi speciali e difficilmente parabili), a gestire e a rispondere ai pallonetti e alle smorzate, balza subito all’occhio che un’altro elemento importantissimo è la posizione del giocatore.


Non solo si sente la necessità di avere padronanza delle tecniche appena descritte per fare punti come previsto dallo sport del Tennis, il titolo offre anche la possibilità di effettuare alcuni tiri in grado di consumare e “spaccare” le racchette a disposizione del giocatore (2 ad incontro), causando una vincita per K.O. dell’avversario: questo aggiunge ulteriore stratificazione nel gameplay di Mario Tennis: Aces in quanto offre la possibilità al giocatore di rischiare una racchetta tentando di rispondere al colpo, oppure lasciare il punto all’avversario, conservando il proprio prezioso strumento da tennista.

Nella demo erano presenti 10 personaggi giocabili: 4 utilizzabili sin da subito e gli altri 6 sbloccabili attraverso i punti ottenibili giocando contro altri giocatori.
Gli eroi e gli antieroi all’interno della demo, sebbene avessero ognuno caratteristiche diverse dagli altri, erano ben equilibrati: non si è mai avvertita la sensazione di stare perdendo perché l’avversario avesse scelto un personaggio più forte del nostro.


Nella prova messa a disposizione della casa di Kyoto, si è potuto saggiare anche la modalità torneo online.
Pur non consentendoci di organizzare Tornei con gli amici, l’arrivare in finale si è rivelato veramente avvincente.
La qualità della connessione online, purtroppo è claudicante: i match contro gli avversari con una buona connessione sono veramente fluidi e giocabili, ma non contro gli avversari con due tacche su cinque, quì il gioco inizia ad avere un lag tremendo e il personaggio inizia a ricevere input veramente in ritardo.
D’altro canto però, lamentarsi della qualità della connessione in quello che a conti fatti è uno Stress Test dei server ha poco senso, dato che non rappresenta la resa online del gioco finale.
L’ultimo capitolo della serie di Mario Tennis vira in maniera prepotente verso una direzione opposta rispetto a quella delle iterazioni precedenti.
È chiaro che Camelot abbia voluto creare un gameplay stratificato e ben bilanciato per favorire la nascita di una community di e-sports ben nutrita dagli appassionati.
Per spingere la scena competitiva di Mario Tennis: Aces, Nintendo ha premiato i 5 giocatori più forti della demo con 5 e-shop cards da 25 euro l’una e  in Giappone, la top 8 dei giocatori è stata invitata a partecipare ad un torneo competitivo del titolo.

Sebbene il titolo sembra avere molte frecce da scoccare col suo arco, vorremo riservarci un giudizio più completo e approfondito riguardo alla stratificazione del gameplay, visto che non si può ancora valutare se sul lungo andare i giocatori possano trovare una strategia preponderante sulle altre, così come non si può giudicare il lavoro fatto con il bilanciamento dei personaggi.
Mario Tennis: Aces sarà disponibile per Nintendo Switch il 22 Giugno: noi di C4 comic non vediamo l’ora di sviscerare la versione completa del titolo!

Pacione Bosconovitch

Pacione Bosconovitch è un losco figuro appartenente all'anonimo mondo del web. Ama parlare di videogiochi, sia vecchi che nuovi, ed ama viaggiare.

Potrebbero interessarti anche...