Tunué: tre giornate speciali e altrettante proposte di lettura

Tre giornate speciali e altrettante proposte di lettura

8 giugno 2018
Giornata mondiale degli oceani
Lettura consigliata Gaia Blues di Gud

In occasione della Giornata mondiale degli oceani che si celebra l’8 giugno il WWF sottolinea la gravità degli effetti prodotti dal cambiamento climatico negli straordinari ecosistemi degli oceani e dei mari del mondo. Per questa occasione proponiamo la lettura di Gaia Bluesuna storia senza parole disegnata da Gud.Gaia Blues è una canzone a fumetti, racconta la storia di una famiglia di orsi, divisa dal riscaldamento globale, che condivide un destino infausto con l’umanità assente. Il tutto ritmato in salsa blues sotto un sole caldo che guarda il Pianeta Terra dall’alto mentre il ghiaccio si scioglie e il mare aumenta di volume. Gud, senza parole, racconta il rapporto conflittuale tra l’Uomo e la Terra (Gaia). Un libro per tutti i lettori: grandi, piccini o stranieri. Il ritmo delle tavole, quasi un fumetto animato, è scandito dal sole, mentre si alterna un disastro ecologico dopo l’altro: l’affondamento di una petroliera, lo smaltimento dei rifiuti di plastica e di quelli tossici, le piogge acide e il surriscaldamento globale. Gli uomini distruggono tutto quello che toccano e gli orsi sono costretti a rifugiarsi su un’isola di rifiuti. Una “Pacific Gyre” del fumetto. Una domanda accompagna da una vignetta all’altra: come si salverà Gaia dall’effetto nefasto dell’Uomo?

Collana Prospero’s Books Extra, Gaia Blues è un libro per tutte le età

Gud è diplomato alla Scuola internazionale comics di Roma, dove fino al 2017 ha insegnato Fumetto, Scenografia per l’animazione e Storia del fumetto. Dal febbraio 2018 insegna alla TheSign – Comics and Arts Academy di Firenze e, come consulente esterno per didattica e comunicazione, collabora con ACCA – Accademia di comics, creatività e arti visive di Jesi. Con Tunué ha pubblicato il saggio Will Eisner: il fumetto come arte sequenziale (2005), Gentes (2007) e i graphic novel Heidi Mon Amour (2009), e La notte dei giocattoli (2012) su testi di Dacia Maraini. Timothy Top, arrivata nel 2018 al terzo e ultimo volume, è la serie dedicata ai piccoli super eroi che difendono l’ambiente e verrà pubblicata quest’anno in America.

Tornare a confrontarmi con il fumetto, grazie a Gaia Blues , è quindi una piacevole emozione. Soprattutto per la tematica di questa opera di Gud: Gaia – la Terra – e le devastazioni ambientali. Il rapporto spesso conflittuale tra l’uomo e la Terra, reso con pregevole sintesi in un lungo piano sequenza, è raccontato senza parole, come si addice agli uomini del futuro: i bambini. Ed è a loro che spererei si rivolgesse questo fumetto, semmai guidati nella lettura da genitori premurosi di educarli a quei valori di rispetto e tutela dell’ambiente che soli possono garantire il futuro di tutti noi. Il futuro di Gaia.

– Dalla prefazione di Folco Quilici

13 giugno 2018
Giornata internazionale dell’albinismo
Lettura consigliata Badù e il nemico del sole di Bouah, Ceci, Congiu, Costa, Peddes e Potito

L’albinismo è un disturbo congenito ereditario che si manifesta con l’assenza o la riduzione della melanina nella pelle, nei capelli o negli occhi. La patologia è prevalente nell’Africa sub-sahariana, in particolare a causa delle unioni tra consanguinei. In Tanzania un abitante su 1400 è albino, mentre in Zimbabwe uno su 1000. Nell’Africa Subsahariana, durante il periodo coloniale, Badù è un ragazzino vagabondo dall’insaziabile curiosità: a ogni passo fa domande agli altri e interroga se stesso su tutto quello che vede e, anche se non è mai alla ricerca di misteri o guai, ecco che quelli, puntualmente, gli vengono incontro rimescolando le carte di giornate qualunque. Armand De Bernier, il geco con gli occhiali e il foulard che lo accompagna in tutte le sue scorribande, cerca di metterlo in guardia grazie alla sua saggezza europea, ma quando il figlio del capo del villaggio scompare misteriosamente, come molti altri bambini albini, diventa impossibile girarsi dall’altra parte. Un giallo, un’avventura e un viaggio verso terre lontane dove il pregiudizio, la superstizione e la magia raccontano una storia di emarginazione al contempo distante e vicinissima.

Collana Tipitondi, Badù e il nemico del sole è consigliato dai 10 anni in su

Francesca Ceci
Collaboratrice di Cafébabel-Rivista Europea; autrice di articoli, recensioni, racconti pubblicati in antologie e riviste letterarie (Nazione Indiana, Scrittori Precari, Sagarana, Paese Sera).

Christian Baltazard Bouah
Originario della Costa d’Avorio, ha vissuto in Africa, Francia e Italia. Madrelingua francese e italiana. Appassionato di storia e politica internazionale.

Laura Congiu, Stefania Costa, Gabriele Peddes e Stefania Potito
Costituiscono il team di disegnatori esordienti chiamati a dare corpo a questa storia

Da leggere insieme ai propri ragazzi, per aiutarli a capire il valore di una cultura dei diritti umani in un mondo che può sembrare incomprensibile.

– I Amnesty rivista

20 giugno 2018
Giornata internazionale del rifugiato
Lettura consigliata Stagioni, quattro storie (e mezza) per Emergency di Antonio Bruscoli, Mario Spallino Simona Binni, Paolo “Ottokin“ Campana, Francesca Carità, Gud, Roberto Maccaroni e Patrizia Pasqui

La Giornata internazionale del rifugiato, indetta dalle Nazioni Unite, viene celebrata il 20 giugno per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Antonio Bruscoli e Mario Spallino lavorano da anni con Emergency, uno negli ospedali dell’Angola, della Repubblica Centrafricana e della Sierra Leone, l’altro su e giù per i teatri d’Italia. Un chirurgo e un attore che, attraverso la propria poetica – e per la prima volta attraverso il fumetto – raccontano il dialogo straziante tra un bambino e la sua anima, una fuga dall’Afghanistan, i ricordi di un vecchio rastrellatore di mine e l’avventura di un viaggio, per denunciare la ferocia della guerra e rivendicare la dignità e i diritti umani, i valori stessi che esprime la Onlus fondata da Gino Strada nel 1994, e che da allora offre cure mediche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. Cinque storie di orrore e rinascita, con i disegni di Simona Binni, Paolo «Ottokin» Campana, Gud e Stefano «S3Keno» Piccoli.

Antonio Bruscoli Chirurgo da trent’anni. Da dieci attivo nella cooperazione internazionale. Lavora per Emergency ed è il volto pubblico della Onlus.

Mario Spallino Attore e scrittore. Tra i suoi libri, Kadamou, l’Africa negli occhi di un medico italiano e Na Debul.

Simona Binni Illustratrice e fumettista. Tra i suoi libri, tutti editi da Tunué: Amina e il vulcano, Dammi la mano e La memoria delle tartarughe marine (di prossima pubblicazione).

Paolo «Ottokin» Campana Co-founder dell’ARFestival, founder di Bloggokin, grafico e fumettista.

Gud (Daniele Bonomo) Co-founder dell’ARFestival, insegnante alla Scuola internazionale di comics e fumettista. Tra i suoi libri, tutti editi da Tunué, i tre volumi della serie Timothy Top e Gaia Blues.

Stefano «S3Keno» Piccoli Co-founder di ARFestival e fumettista. Tra i suoi libri: Kuore nella notte, Guerrilla Radio (Round Robin) e Roots 66.

Fonte: Tunué.com

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...