[SDCC ’18]: tutte le novità dedicate al futuro di Batman

Nella giornata di Venerdì DC Comics ha svelato tutte le novità che riguardano il futuro editoriale di Batman e della molteplicità di autori coinvolti nei vari progetti che lo riguardano. La testata ammiraglia Detective Comics a partire dal numero #944 della numerazione originale sarà travolta da un nuovo team creativo che coinvolge nomi di assoluto rilievo: Peter Tomasi ai testi e Doug Mankhe al tavolo da disegno. Il team creativo, collaudato in precedenza su progetti come Superman, Batman & Robin eGreen Lantern/Green Lantern Corps comincierà il proprio lavoro con un occhio di riguardo all’attesissimo numero #1000, in arrivo il prossimo anno.

La prima immagine promozionale disegnata da Dough Mankhe

Per quanto riguarda la testa omonima, guidata dall’inossidabile Tom King (che ha affrontato circa metà dei 100 numeri previsti dalla sua run) è stata rivelata un piccolo ritorno al passato per quanto riguarda il look del Cavaliere Incappucciato. Attraverso un disegno promozionale è stato (ri)presentato il costume del periodo Hush che l’eroe tornerà a vestire per cercare di dimenticare lo stretto presente che lo ha riguardato negli Stati Uniti (potete posare i forconi, NO SPOILER). Vi lasciamo al disegno di Lee Weeks.

Concludiamo parlando di una piccola, grande, sorpresa. Scott Snyder e Jock, che già hanno affrontato il personaggio su diverse apparizioni tra Detective Comics e numeri celebrativi torneranno con una mini intitolata The Batman Who Laughs in arrivo negli USA a partire da Novembre 2018. “Volevo realizzare la storia di Batman più spaventosa e oscura della storia editoriale di Batman. Insieme al Batman Who Laughs questa volta ci sarà una nuova e spaventosa versione alternativa di Bruce Wayne, quella che a Crime Alley ha preso la pistola a Joe Chill e lo ha ucciso. Possiamo quasi definirlo come un Punisher-Batman.” Queste le dichiarazioni dello sceneggiatore americano. Vi lasciamo con la cover del primo numero e la prima immagine di questa versione inedita di Bruce.

Fonte: SDCC

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...