Game Boy Tales episodio 11: Shantae

Quando si pensa al Game Boy Color, lo si associa a giochi all’epoca popolari come Wario Land III, Pokémon Oro Argento Cristallo e a Zelda Oracle of AgesOracle of Season.
Nonostante Shantae negli ultimi 10 anni sia diventato molto famoso grazie al digital delivery (il primo capitolo infatti è disponibile sia sulla virtual console di 3DS che su Steam) e ad i suoi sequel, spesso si dimentica che la mezzo genio è uscita per la prima volta dalla sua lampada nel 2002, proprio sul Game Boy Color.


Il titolo, un platform sviluppato da Wayforward e pubblicato da Capcom, ci mette nei panni di Shantae che dovrà viaggiare attraverso Sequin Land per fermare la piratessa Risky boot.
La nostra eroina, oltre al poter correre e saltare, avrà a disposizione i suoi capelli raccolti in una coda che utilizzerà per frustare i nemici.
Alcuni personaggi che incontreremo nel corso della nostra avventura saranno fondamentali, dato che insegneranno a Shantae diverse abilità utili per accedere a porzioni di livello non raggiungibili  in precedenza.
Raccogliendo gemme, si potranno comprare degli oggetti particolari che ci aiuteranno nel progredire dell’avventura.
Il titolo Wayforward, come tanti altri su Game Boy Color (basti pensare a Pokémon Oro/Argento o a Stranded Kids) integrava un ciclo giorno-notte che permetteva, a seconda dell’orario interno al gioco, di incontrare diversi personaggi e nemici, nonché altri oggetti utili all’avventura o semplici collezionabili, rendendo le nostre scorribande a Sequin Land molto variegate.
Il Titolo ci rapiva anche per l’impressionante e minuziosa grafica, la pixel art del gioco ancora riesce a deliziarci tutt’oggi.
L’accompagnamento sonoro è ottimo: probabilmente quella di Shantae è una delle migliori colonne sonore mai viste su Game Boy Color, dopotutto è firmata dal famosissimo compositore Jake Kaufman, che ha dato sonorità arabeggianti a tutte le tracce che ci accompagnano nel corso dell’avventura della mezzo-genio.
Shantae ha avuto uno sviluppo molto travagliato: i lavori iniziarono nel ’97 e sarebbe dovuto essere un platform in 3D per la prima Playstation con personaggi completamente animati in un ambiente tridimensionale.

Non è ancora ben noto il motivo per cui si è optato per una versione Game Boy Color del titolo, ma è altamente probabile che possa essere dipeso dal precedente titolo di Wayforward per tale piattaforma, Xtreme Sports, per cui si era sviluppato internamente un motore di gioco in grado di produrre animazioni ed effetti di scrolling e trasparenza molto gradevoli, che spremevano tutta la potenza della piccola console di casa Nintendo, mentre l’engine in 3D doveva ancora essere sviluppato.
Purtroppo Shantae, all’epoca non godette di molto successo.
Sebbene gli sviluppatori esulino dalle colpe il publisher, a nostro modesto parere una delle colpe per cui il titolo vendette molto poco fu l’errata finestra di lancio: Capcom decise di pubblicare il gioco a ridosso dell’uscita del Game Boy Advance, nonostante il titolo fosse già pronto da 8 mesi.
Fortunatamente però, il gioco al giorno d’oggi è recuperabile molto facilmente su canali totalmente legali, essendo disponibile sia su PC che sulla virtual console del 3DS.
Grazie a queste riedizioni, il titolo ha avuto una nuova chanches nell’agguerrito mondo dei videogiochi e ha permesso di farsi notare tra gli appassionati di platform e vendendo a sufficienza per lo sviluppo di due seguiti sulle piattaforme di gioco attualmente più diffuse.
Shantae è una gemma all’epoca sconosciuta che fortunatamente è stata salvata ai nostri tempi sia dagli sviluppatori che dai publisher, esempio di come una preservazione videoludica più accurata da parte delle software house possa portare giovamento sia ai produttori che ai consumatori.
Si consiglia caldamente di recuperare questo titolo, visto che risulta tutt’oggi fresco e divertente: se gli date una possibilità, sicuramente non ve ne pentirete!

Pacione Bosconovitch

Pacione Bosconovitch è un losco figuro appartenente all'anonimo mondo del web. Ama parlare di videogiochi, sia vecchi che nuovi, ed ama viaggiare.

Potrebbero interessarti anche...