Trieste Science+Fiction Festival 2018: ecco il programma della giornata inaugurale di domani

Trieste Science+Fiction Festival
18a edizione | Trieste, 30 ottobre – 4 novembre 2018

Il programma di martedì 30 ottobre

Al via la 18a edizione del Trieste Science+Fiction Festival
con l’astronauta Umberto Guidoni 
e due anteprime spaziali

Comincia domani, martedì 30 ottobre, la 18a edizione del Trieste Science+Fiction Festival, in programma fino a domenica 4 novembre. Appuntamento nel capoluogo giuliano con la principale manifestazione italiana dedicata alla fantascienza, tra anteprime, eventi e ospiti internazionali.

La giornata inaugurale del festival triestino comincia con due anteprime spaziali. Appuntamento alle 17.00 al Politeama Rossetti con Future World di James Franco e Bruce Thierry Cheung, che verrà proiettato fuori concorso e in anteprima italiana. L’attore e regista James Franco, dopo il successo di “The Disaster Artist”, interpreta e dirige un film apocalittico e dal cast stellare, che strizza l’occhio alla celebre saga di Mad Max.

Alle 20.00 appuntamento sempre al Rossetti con la Cerimonia d’apertura della 18° edizione del Trieste Science+Fiction, che per i suoi primi 18 anni avrà un padrino d’eccezione: l’astronauta Umberto Guidoni, autentico pioniere dello spazio e primo europeo a salire a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, che introdurrà First Man – Il primo uomo del premio Oscar Damien Chazelle (già acclamato regista di Whiplash e La La Land), film di apertura del festival e in anteprima a Trieste rispetto all’uscita nelle sale italiane distribuito da Universal Pictures.

Alle 23.00 la serata si sposta al Teatro Miela, dove verrà proiettato il Frankenstein (1931) di James Whale nella sezione Classix, dedicata alla riproposizione dei grandi classici della fantascienza su grande schermo. Il celebre film della Universal verrà sonorizzato dal vivo da uno dei gruppi più importanti della scena rock italiana, gli OvO (Stefania Pedretti e Bruno Dorella).

L’evento è uno dei numerosi omaggi che il Trieste Science+Fiction Festival ha organizzato per celebrare i duecento anni del romanzo di Mary Shelley Frankenstein; o Il Prometeo moderno, autentico mito fondante della fantascienza.

Aprono in serata anche Vox & More, la mostra personale di Matteo De Longis, autore del manifesto del festival, al Politeama Rossetti alle 20, e la mostra Nuthin’ But Mech: a Selection al teatro Miela alle 22.

Programma completo martedì 30 ottobre:

  • 17.00 – Politeama Rossetti
    Future World
    Anteprima italiana
    di James Franco, Bruce Thierry Cheung
    v.o. inglese s/t italiano
  • 20.00 – Politeama Rossetti
    Cerimonia d’apertura + First Man – Il primo uomo
    di Damien Chazelle
    v.o. inglese s/t italiano
  • 23.00 – Teatro Miela
    Frankenstein, It’s a Live
    di James Whale
    v.o. inglese s/t italiano
    Sonorizzazione: OvO

TS+FF Extra:

  • 20.00 – Politeama Rossetti
    Vox & More
    Mostra personale di Matteo De Longis
    Ingresso libero
  • 22.00 – Teatro Miela
    Nuthin’ But Mech: a Selection
    Apertura della mostra
    Ingresso libero

18 anni di Trieste Science+Fiction

Giunto alla sua 18a edizione, il Trieste Science+Fiction Festival propone anche quest’anno anteprime mondiali, internazionali e nazionali, con tre concorsi internazionali: il Premio Asteroide, competizione internazionale per il miglior film di fantascienza di registi emergenti a livello mondiale, e i due Premi Méliès d’argento della European Fantastic Film Festivals Federation per il miglior lungometraggio e cortometraggio di genere fantastico europeo. La sezione Spazio Italia ospiterà il meglio della produzione nazionale. Immancabili, infine, gli Incontri di Futurologia dedicati alla scienza e alla letteratura, in collaborazione con le principali istituzioni scientifiche, e la consegna del premio alla carriera Urania d’argento (organizzato con l’omonima testata letteraria) a un maestro del fantastico.

A partire dall’anno 2000 il Trieste Science+Fiction Festival ha raccolto l’eredità dello storico Festival Internazionale del Film di Fantascienza di Trieste svoltosi dal 1963 al 1982, la prima manifestazione dedicata al cinema di genere in Italia e tra le prime in Europa.

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MiBAC – Direzione Generale per il Cinema, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, ARPA FVG – LaREA, Promoturismo FVG.

La sede principale del Trieste Science+Fiction Festival è il Politeama Rossetti grazie alla collaborazione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Il palazzo della Casa del Cinema, sede delle maggiori associazioni di cultura cinematografica triestine, sarà il quartier generale della manifestazione e con la collaborazione del Teatro Miela ospiterà le sezioni collaterali del festival, mentre altre iniziative e programmi speciali si svolgeranno nella sala d’essai del Cinema Ariston.

Trieste Science+Fiction Festival fa parte dell’AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema e partecipa al progetto ProESOF.

La manifestazione gode del patrocinio dei principali enti scientifici del territorio: AREA Science Park, ICGEB, ICTP, INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste, IS Immaginario Scientifico – Science Centre, SISSA.

Per informazioni
La Cappella Underground
Piazza Duca degli Abruzzi 3 – Trieste
+39 040 3220551
info@scienceplusfiction.org

Fonte: ScienceFictionFestival.org

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...