Trieste Science+Fiction Festival 2018: ecco il programma della giornata di giovedì 1° novembre

Trieste Science+Fiction Festival
18a edizione | Trieste, 30 ottobre – 4 novembre 2018

Il programma di giovedì 1° novembre

Il maestro degli effetti speciali Douglas Trumbull riceve il premio Urania alla carriera

Due anteprime europee tra horror e documentari sci-fi

Domani, giovedì 1° novembre, il maestro degli effetti speciali Douglas Trumbull riceverà il Premio Urania d’Argento alla carriera al Trieste Science+Fiction Festival, in programma fino a domenica 4 novembre. Appuntamento alle ore 17.00 presso il Politeama Rossetti: dopo la premiazione, verrà proiettato 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, riproposto in versione rimasterizzata in 4k in occasione del primo cinquantenario della pellicola che segnò una svolta epocale nella storia del cinema.

Il Premio Urania d’argento è il riconoscimento che il festival triestino conferisce ogni anno dal 2002 ai grandi maestri che hanno operato nell’ambito del fantastico, in collaborazione con l’omonima testata letteraria Mondadori.

Vincitore di due Premi Oscar,Trumbull è considerato uno dei professionisti più importanti della moderna fantascienza cinematografica. Regista visionario e produttore di successo, Trumbull è il creatore di effetti speciali di capolavori come 2001: Odissea nello spazio, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario, Blade Runnere Incontri ravvicinati del terzo tipo”.

Alle 14.00 al Rossetti secondo e ultimo appuntamento con European Fantastic Shorts vol.02, per l’elezione del miglior cortometraggio europeo.

Saranno ben due, inoltre, le anteprime europee proposte dal festival nella giornata del 1 novembre. Alle 15.30 al Teatro Miela verrà proiettato “Calling All Earthlings” di Jonathan Berman, un affascinante documentario che guarda in su, verso lo spazio, e in giù, verso le radici della controcultura: dischi volanti, agenti dell’FBI e una macchina del tempo sono gli elementi che ruotano attorno all’Integraton, una misteriosa cupola eretta nel deserto californiano alla fine degli anni ‘50, ora monumento nazionale e punto di riferimento dell’anticonformismo.

Alle 22.30, sempre al Miela e in anteprima europea, sarà la volta di un nuovo appuntamento con la sezione Spazio Italia con l’horror “You die – Scarica l’app, poi muori” di Alessandro Antonaci, Stefano Mandalà e Daniel Lascar, reduci dalla vittoria del premio per la miglior fotografia allo Screamfest Horror Film Festival di Los Angeles 2018, il più grande festival horror d’America. Il film recupera uno dei topos cari al genere horror, quello della maledizione senza fine, rivisitandolo in versione 2.0: al centro della vicenda la studentessa Asia, che trova sul suo cellulare una misteriosa app in realtà aumentata. Ben presto la ragazza si accorgerà di essere in possesso di una app maledetta, che uccide entro 24 ore il proprietario del dispositivo sulla quale è stata installata, a meno che questi non la scarichi a sua volta a un’altra persona.

In anteprima italiana verrà presentato alle 20 al Politeama Rossetti Freaks di Zach Lipovsky e Adam Stein, un surreale thriller fantascientifico ricco di inquietanti misteri che farà certamente parlare di sé, raccontato interamente dalla prospettiva di una bambina di sette anni, la formidabile giovanissima attrice Emile Hirsch.

Alle 22.30 sempre al Rossetti si svolgerà, inoltre, l’anteprima italiana di Elizabeth Harvest di Sebastián Gutiérrez, che mette in scena la fiaba di Barbablù in chiave moderna in un thriller sci-fi.

Programma completo giovedì 1° novembre:

  • 10.45 – Teatro Miela
    Stalker
    di Andrej Arsen’evič Tarkovskij
    v.o. russo s/t italiano, inglese
  • 14.00 – Politeama Rossetti
    European Fantastic Shorts vol.02
    Selezione di cortometraggi europei
    in concorso per il Premio Méliès d’argent
  • 15.00 – Teatro Miela
    Laika
    di Aurel Klimt
    Anteprima italiana
    v.o. ceco s/t inglese, italiano
  • 17.00 – Politeama Rossetti
    Urania d’argento a Douglas Trumbull + 2001: Odissea nello spazio
    di Stanley Kubrick
    v.o. inglese s/t italiano
  • 17.30 – Teatro Miela
    Calling All Earthlings
    di Jonathan Berman
    Anteprima europea
    v.o. inglese s/t italiano
  • 20.00 – Politeama Rossetti
    Freaks
    di Zach Lipovsky, Adam Stein
    Anteprima italiana
    v.o. inglese s/t italiano
  • 20.00 – Teatro Miela
    Zeder
    di Pupi Avati
    v.o. italiano s/t inglese
  • 22.30 – Politeama Rossetti
    Elizabeth Harvest
    di Sebastián Gutiérrez
    Anteprima italiana
    v.o. inglese s/t italiano
  • 22.30 – Teatro Miela
    You Die. Scarica l’app, poi muori
    di Alessandro Antonaci, Stefano Mandalà, Daniel Lascar
    Anteprima europea
    v.o. italiano s/t inglese

18 anni di Trieste Science+Fiction

Giunto alla sua 18a edizione, il Trieste Science+Fiction Festival propone anche quest’anno anteprime mondiali, internazionali e nazionali, con tre concorsi internazionali: il Premio Asteroide, competizione internazionale per il miglior film di fantascienza di registi emergenti a livello mondiale, e i due Premi Méliès d’argento della European Fantastic Film Festivals Federation per il miglior lungometraggio e cortometraggio di genere fantastico europeo. La sezione Spazio Italia ospiterà il meglio della produzione nazionale. Immancabili, infine, gli Incontri di Futurologia dedicati alla scienza e alla letteratura, in collaborazione con le principali istituzioni scientifiche, e la consegna del premio alla carriera Urania d’argento (organizzato con l’omonima testata letteraria) a un maestro del fantastico.

A partire dall’anno 2000 il Trieste Science+Fiction Festival ha raccolto l’eredità dello storico Festival Internazionale del Film di Fantascienza di Trieste svoltosi dal 1963 al 1982, la prima manifestazione dedicata al cinema di genere in Italia e tra le prime in Europa.

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MiBAC – Direzione Generale per il Cinema, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, ARPA FVG – LaREA, Promoturismo FVG.

La sede principale del Trieste Science+Fiction Festival è il Politeama Rossetti grazie alla collaborazione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Il palazzo della Casa del Cinema, sede delle maggiori associazioni di cultura cinematografica triestine, sarà il quartier generale della manifestazione e con la collaborazione del Teatro Miela ospiterà le sezioni collaterali del festival, mentre altre iniziative e programmi speciali si svolgeranno nella sala d’essai del Cinema Ariston.

Trieste Science+Fiction Festival fa parte dell’AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema e partecipa al progetto ProESOF.

La manifestazione gode del patrocinio dei principali enti scientifici del territorio: AREA Science Park, ICGEB, ICTP, INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste, IS Immaginario Scientifico – Science Centre, SISSA.

Per informazioni
La Cappella Underground
Piazza Duca degli Abruzzi 3 – Trieste
+39 040 3220551
info@scienceplusfiction.org

Fonte: ScienceFictionFestival.org

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...