La sicurezza stradale a fumetti: da Diabolik a Snoopy e Jacovitti in mostra a WOW spazio fumetto di Milano

18 novembre 2018
Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada

In occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada, che si celebra il 18 novembre, WOW spazio fumetto e Polizia Stradale organizzano una settimana di iniziative con mostre, incontri e laboratori per insegnare a rispettare il codice della strada divertendosi

12 -18 novembre 2018

WOW spazio fumetto
Museo del fumetto, dell’illustrazione e dell’immagine animata di Milano
Viale Campania, 12 – Milano
Info: 02 49524744/45 – www.museowow.it – Ingresso libero
Orario: da martedì a venerdì, ore 15-19; sabato e domenica, ore 15-20. Lunedì chiuso

Il 13 dicembre 2017 la Commissione Lavori Pubblici del Senato ha approvato il decreto legislativo per istituzionalizzare anche nel nostro Paese la “Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada”. L’obiettivo della Legge 29 dicembre 2017, n. 227, pubblicata in G.U. il 26 gennaio 2018, è quello di avviare una concreta campagna di prevenzione, funzionale a una seria e fattiva riduzione dell’indice di mortalità lungo le strade del nostro Paese. Proprio in quest’ottica di prevenzione la Polizia Stradale di Milano ha ideato, in collaborazione con il settore didattico di WOW spazio fumetto – Museo del fumetto di Milano, e grazie al supporto di Pirelli, una settimana di eventi dedicati alla sicurezza stradale. Dal 12 al 18 novembre WOW spazio Fumetto (Viale Campania 12) sarà al centro di eventi (una mostra, tanti laboratori per le scuole, incontri e attività interattive) che racconteranno ai ragazzi delle scuole elementari e medie, ma anche ai loro genitori, le conseguenze dell’eccesso di velocità, del mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza e, soprattutto, l’uso del telefono cellulare durante la guida.

Secondo i dati diffusi dall’ISTAT nel luglio del 2018, riferiti al 2017, gli incidenti stradali con lesioni a persone sono stati 174.933. Nonostante il leggero calo rispetto al 2016, le vittime sono state 3.378, mentre i feriti sono 246.750. Purtroppo il numero dei morti torna a crescere rispetto al 2016 (+95 unità, pari a +2,9%) dopo la riduzione registrata lo scorso anno. Tra le vittime sono in aumento i pedoni (600, +5,3%) e soprattutto i motociclisti (735, +11,9%) mentre risultano pressoché stabili gli automobilisti deceduti (1.464, -0,4%); in calo ciclomotoristi (92, -20,7%) e ciclisti (254, -7,6%). Sull’aumento del numero di morti in Italia incide soprattutto quello registrato su autostrade  e strade extraurbane (296 e 1.615 morti; +8,0% e +4,5% sull’anno precedente). Un aumento più contenuto si registra, invece, sulle strade urbane (1.467 morti; +0,3%). Nei grandi comuni si rileva una tendenza opposta, con una diminuzione del 5,8% del numero di vittime nell’abitato. Tra i comportamenti errati più frequenti vi sono la distrazione alla guida, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata (nel complesso il 40,8% dei casi). Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano l’eccesso di velocità, il mancato utilizzo di dispositivi di sicurezza e l’uso di telefono cellulare alla guida.

Sin dalla sua nascita nel 1947 la Polizia Stradale è impegnata a prevenire le violazioni al codice della strada, regolare e controllare il traffico e garantire la sicurezza della circolazione stradale ma soprattutto prestare soccorso agli automobilisti in difficoltà. In effetti si tratta di un compito arduo in quanto sulle strade italiane circolano più di 48 milioni di automezzi. A tutto questo si deve aggiungere il fatto che gli automobilisti italiani talvolta non prestano particolare attenzione alle norme che disciplinano la circolazione stradale: secondo un sondaggio del 2017 il 51% di loro ha confessato di non rispettare i limiti di velocità, il 42% di non rispettare le distanze di sicurezza e il 25% di utilizzare il cellulare senza auricolari o vivavoce.

Per trasmettere agli automobilisti di domani le buone regole della sicurezza stradale, la Polstrada e il settore didattico di WOW spazio fumetto hanno promosso una serie di iniziative finalizzate a coinvolgere gli studenti delle scuole elementari e medie. E, proprio in tale ambito, è nata la settimana della Sicurezza Stradale. A questo progetto ha aderito, in qualità di partner, anche Pirelli che ha sempre dedicato estrema attenzione alla sicurezza  delle persone, sia attraverso lo sviluppo di pneumatici sempre più tecnologicamente avanzati, sia attraverso numerose attività educational realizzate dalla Fondazione Pirelli pensate per sensibilizzare le scolaresche all’importanza della sicurezza stradale.

I laboratori per le scuole
Grazie alla collaborazione di Pirelli tutte le mattine, dal 12 al 17 novembre, presso WOW Spazio Fumetto (Viale Campania 12), si terranno incontri riservati alle scuole, su prenotazione, che prevedono una visita guidata alla mostra che racconta come il fumetto ha affrontato il tema delle sicurezza stradale, incontri con gli esperti della Polizia Stradale e laboratori che impegneranno i ragazzi  a disegnare i nuovi segnali stradali, ovvero di immaginare da passeggeri quali siano i pericoli che possono essere causa di incidenti stradali. I segnali creati dai ragazzi saranno valutati per un loro possibile futuro utilizzo. In particolare nelle mattine di mercoledì 14 e venerdì 16 novembre i bambini potranno capire, grazie all’intervento di Fondazione Pirelli Educational, come viene ideato e realizzato un pneumatico per rispondere ai fondamentali parametri di sicurezza stradale.

La mostra
Per tutta la settimana del progetto, WOW spazio fumetto ospiterà al piano terra, all’interno della biblioteca, a ingresso libero, la mostra “Stop – Spazio sicurezza”, un interessante percorso espositivo che illustra come il fumetto abbia raccontato il tema della sicurezza stradale. Dall’archivio della Fondazione Franco Fossati, sono infatti emersi materiali rari e preziosi, raccolte di figurine degli anni Trenta che riepilogano le regole per la circolazione sicura, spettacolari “labirinti” stradali realizzati da Jacovitti, introvabili campagne scolastiche a fumetti realizzate negli anni Cinquanta e ormai rare edizioni di albi educativi con protagonisti gli abitanti di Paperopoli. Ovviamente non mancherà la testimonianza di un guidatore spericolato come Diabolik, personaggio che ha più volte prestato auto e “volto” per campagne dedicate alla sicurezza stradale. Un’attenzione speciale, grazie al contributo di Fondazione Pirelli, va riservata all’archivio storico che conserva la documentazione sulla storia e l’attività dell’impresa dalla sua fondazione, con particolare riferimento alle campagne a suo tempo dedicate in materia di guida sicura e sicurezza in viaggio realizzate sin dai primi anni del Novecento e firmate dai più grandi illustratori del tempo, da Riccardo Manzi a Pavel Engelmann, François Robert e Gian Carozzi. La mostra sarà visitabile, gratuitamente, dal 13 al 17 novembre tutti i giorni negli orari di apertura del museo.

Un week end speciale
Sabato 17 novembre, dalle 15.00 alle 20.00, e domenica 18 novembre, dalle ore 10.00 alle 20.00, il progetto ideato da Polizia Stradale, WOW spazio fumetto e Pirelli prevede molti appuntamenti con momenti di gioco e intrattenimento. A partire da sabato, nello spazio antistante l’ingresso del Museo, verranno esposti alcuni mezzi in uso alla Polizia Stradale e tra quali sarà possibile vedere la Lamborghini Huracán, auto adibita principalmente per il trasporto urgente di organi. All’interno del museo si potranno provare un simulatore di guida e un tappeto interattivo che grazie a degli speciali occhiali permette di provare (da sobri) gli effetti di una guida in stato di ebrezza. Il programma di sabato prevede, a partire dalle 15.30 una visita guidata alla mostra dei mezzi e alla mostra dedicata a come il fumetto ha affrontato il tema della sicurezza stradale, mentre a partire dalle 16.30 si potranno seguire gli incontri con gli esperti della Polizia Stradale, gli psicologi di Ania Cares, i volontari dell’associazione 2NOVE9 e ascoltare la campionessa di boxe Erica Novaria testimonial di come da un incidente si possa trovare una nuova carica e tornare a vivere.

Domenica 18 si potrà partecipare ancora alle viste guidate e alle attività interattive dalle 10.30, mentre nel pomeriggio verranno riproposti gli incontri di sabato. Grazie all’associazione 2NOVE9, per tutto il giorno, i più piccoli potranno sperimentare un percorso stradale al fine di apprendere le regole che i ciclisti devono rispettare quando sono in strada.

La partecipazione a tutti gli eventi è libera e gratuita

Il contest 2019
In chiusura della giornata verrà lanciato un contest che invita tutti i fumettisti a immaginare una manifesto e una mascotte per una campagna sulla sicurezza stradale per la prossima Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada.

Fonte: MuseoWOW.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...