Creare una ludoteca da sogno diventa realtà: un’opportunità promossa dagli organizzatori di Play Festival del Gioco

Opportunità promossa dagli organizzatori di Play festival del gioco

Creare una ludoteca da sogno diventa realtà

Grazie alla casa editrice CMON varato un concorso che premia capacità di elaborare e presentare in modo fantasioso ed originale i propri sogni

Basta un sogno, purché originale e presentato in modo accattivante, per aggiungere un nuovo gioco da tavolo alla ludoteca di MeMo, Multicentro Educativo di Modena. Un’idea, tanto fantasiosa quanto concreta, che parte dalla città della Ferrari e di Pavarotti per premiare la creatività dei ragazzi che sceglieranno di partecipare a “Una ludoteca da sogno”. L’inedita iniziativa, che non richiede l’intervento né di Babbo Natale né della Befana ma solo una sana spremitura di idee, è stata lanciata in questi giorni dai promotori di Play-Festival del Gioco in occasione dell’undicesima edizione della kermesse del gioco da tavolo più grande (e visitata) d’Italia che si terrà a ModenaFiere dal 5 al 7 aprile.

Poche regole e spazio pressoché infinito alla fantasia. Le regole, pubblicate sul sito  https://www.play-modena.it/news/una-ludoteca-da-sogno/ricordano che, senza alcun costo, qualunque classe delle scuole primarie e secondarie della provincia di Modena può iscriversi, ma si punta ad allargare l’esperienza anche in altre città. I partecipanti riceveranno una copia di “Dream On!”, gioco collaborativo di carte della Casa Editrice CMON che premia il sogno meglio raccontato. Compito della classe che sceglierà di partecipare alla selezione sarà raccontare il proprio sogno utilizzando le carte da gioco con l’ausilio degli strumenti ritenuti più adatti, disegni, foto, video; il fantasioso parto andrà quindi presentato alla giuria di esperti che il 5 aprile, durante la undicesima edizione di Play premierà i tre migliori sogni. Il ludologo Andrea Ligabue direttore artistico di Play, da sempre impegnato nelle scuole per far conoscere ad insegnanti e studenti i tanti pregi del gioco, sia per i giovani che per gli adulti, sottolinea:

È un’idea nata per valorizzare le più recenti linee guida in tema di didattica che fanno riferimento a creatività, esperienza, collaborazione ed emozione prospettando strategie di insegnamento sempre più vicine ad un approccio laboratoriale. Col gioco si può lavorare in modo spontaneo, in un ambiente fortemente motivazionale, imparando ad esempio i valori della collaborazione, l’importanza della strategia e le tecniche di problem solving.

Ha voluto accompagnare il suo debutto per Play-Festival del Gioco con un’azione a favore di tutta la città di Modena l’editore CMON, azienda fondata nel 2001, insieme ad altri due soci, dal milanese David Preti e diventata in questi anni un gigante del settore. David Preti sottolinea:

Viviamo un periodo che sta svuotando la persona della sua essenza sociale favorendo l’individualismo e, di conseguenza, l’isolamento. Il gioco da tavolo ha il pregio di catalizzare l’attenzione di più persone, offrendo a tutti i partecipanti un’esperienza ludica gratificante e facendo ritrovare il piacere dello stare insieme con amici e famiglia. Ritengo significativa in questo senso la crescita esponenziale del mercato dei boardgames in Italia e auspico che la CMON sia soltanto l’apripista di questa visione fortemente sociale del gioco e che anche le altre aziende del settore proseguano in questo percorso.

Le scuole modenesi potranno così non solo sperimentare e confermare direttamente sui banchi il ruolo sempre più importante del gioco nei processi di apprendimento, ma contribuire a rendere gli spazi di MeMo sempre più una “ludoteca da sogno”. Per ogni classe iscritta al concorso sarà infatti regalato un gioco grazie all’editore CMON in collaborazione con Asmodee Italia, Cranio Creations, dV Giochi, Erickson, Ghenos Games,Giochi Uniti, HABA, Horrible Games, MS Edizioni, Oliphante 2, Pendragon, Raven Distribution, Red Glove e U-play.it.

I dirigenti scolastici hanno già ricevuto tutte le specifiche per consentire la partecipazione: il concorso è rivolto a tutte le classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune di Modena, per partecipare occorre inviare una mail entro il 1 febbraio 2019 a info@play-modena.it per poi presentare il “sogno” realizzato con le carte di “Dream On!” (che ogni classe riceverà in omaggio) entro venerdì 8 marzo 2019. MeMo inoltre ospiterà un incontro formativo con un ludologo dedicato al valore didattico ed educativo del gioco, illustrando poi le regole e le potenzialità didattiche del gioco da tavolo “Dream On!” e i dettagli del concorso.

In sintesi: Play – Il festival del gioco, dal 5 al 7 aprile 2019 a Modena

Più attrazioni, più ore di apertura, più divertimento. E soprattutto più spazio per giocare. Gli organizzatori di PLAY di quella che negli anni è diventata la manifestazione italiana di riferimento per gli appassionati hanno le idee chiare: vi sarà un incremento esponenziale delle aree destinate al più importante Festival del Gioco da tavolo italiano e le giornate di apertura passeranno a tre, da venerdì 5 a domenica 7 aprile, mentre il tema scelto per l’undicesima edizione sarà la “Corsa allo Spazio”. L’obiettivo è commemorare in maniera giocosa e sicuramente originale il 50° anniversario dello sbarco sulla Luna e celebrare al tempo stesso la crescita degli spazi nel festival del gioco da tavolo più amato dai giocatori e che lo scorso ha superato quota 40mila visitatori.

La scelta del tema della ‘spacerace’ tra superpotenze – culminato con lo sbarco sulla Luna – sarà accompagnata da eventi e appuntamenti che tra l’altro registrano la prestigiosa collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica a conferma che si parla di gioco ma in modo molto serio.Lo slogan al quale si ispira la manifestazione – Entra, Scegli e Gioca – resta il cardine attorno al quale continua a svilupparsi Play. Per l’undicesima edizione un’attenzione speciale sarà dedicata al mondo del gioco tridimensionale, vale a dire le miniature che troverà spazio all’interno di una tensostruttura dedicata. Anche i più piccoli, dopo il successo ottenuto nel 2018 da Play Kids, troveranno spazi ancora più ampi e quindi ricchi di offerte. Il resto lo scoprirete solo giocando e seguendo Play sul sito internet e sui canali social: www.play-modena.it e https://www.facebook.com/PLAYmodena

Fonte: Play-Modena.it

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...