Serie TV di supereroi: Massimo Giacon e Matteo Marino incontrano il pubblico al CFAPAZ

Incontro pubblico sulle serie TV di supereroi con Massimo Giacon e Matteo Marino!

A poco più di dieci giorni dall’apertura, la mostra ha appena raggiunto i mille visitatori, una quota ragguardevole per una proposta espositiva che consente di ammirare tavole originali di grande valore, oggetti e riproduzioni che celebrano il genere supereroistico più moderno, nelle sue innumerevoli declinazioni mediatiche e narrative.

Sabato 23 febbraio alle 16:30 si terrà il primo degli incontri previsti a margine della mostra sul tema delle serie televisive dedicate ai Supereroi. Ne saranno relatori il fumettista e artista Massimo Giacon e il critico e blogger Matteo Marino, entrambi veri esperti di serial tv!

Il tema è molto attuale, perché negli ultimi anni è letteralmente esplosa la mania delle serie tv! Tutti hanno almeno sentito parlare del “Trono di spade” o di “The walking dead”. Qualunque tema e qualunque genere sono affrontati dalle serie televisive. E naturalmente i supereroi non fanno eccezione! “Agents of S.H.I.E.L.D.”, “Green Arrow”, “Flash”, “Gotham”, “Daredevil” e tante altre, seguitissime da milioni di spettatori. Ma molte altre serie stanno per entrare in produzione, grazie anche all’interesse di colossi come la Disney. Di tutto questo e delle mille curiosità e gossip relativi a questo ambiente si parlerà con Massimo Giacon e Matteo Marino, in un incontro che non mancherà di incuriosire e appassionare chi vorrà partecipare.

Massimo Giacon è un illustratore e designer italiano. Le sue creazioni spaziano dal fumetto al design, fino alla illustrazione digitale, l’arte contemporanea e la musica. Ha collaborato a molte delle più importanti storiche testate italiane di fumetto intellettuale e underground. È da poco uscito con un volume intitolato “Ed è subito serial”, edito da Panini Edizioni, in cui l’autore recensisce a fumetti ben 100 serie televisive.

Matteo Marino è critico cinematografico e televisivo, blogger e libraio. Ha collaborato con testate di settore come “Cineforum” e “Filmcronache”. Ha pubblicato monografie su “Friends” e Peter Jackson. Cura il sito davidlynch.it ed è coautore dei due libri sul tema “Il mio primo dizionario delle serie tv cult” e “Il mio secondo dizionario delle serie tv cult”, scritti entrambi con Claudio Gotti per Becco Giallo Edizioni.

La mostra in breve

Uomini in costume, storielle per ragazzini: questo è stato a lungo il giudizio nei confronti dei personaggi DC e Marvel. Ma nel 1986 cambia qualcosa. Quell’anno rappresenta una data cardine per il fumetto supereroistico. Il 20 marzo esce il primo albo di “Batman. Il Ritorno del Cavaliere Oscuro”, scritto e disegnato da Frank Miller. La sua rivisitazione dell’Uomo Pipistrello, grazie a un approccio più maturo e realistico nei confronti del genere e a uno stile innovativo e cinematografico, segna l’inizio di una nuova era per i comics a stelle e strisce. Pochi mesi più tardi, a giugno, compare il primo capitolo del capolavoro “Watchmen”, opera dello sceneggiatore Alan Moore tradotta visivamente da Dave Gibbons. I due britannici realizzano un’opera complessa, stratificata, labirintica, in cui la figura del supereroe viene decostruita. Nel contempo John Byrne riscrive le origini di Superman con “The Man of Steel”, mentre in casa Marvel a partire dal personaggio di Daredevil, anch’esso rivoluzionato da Frank Miller, si assisterà a un eguale e fondamentale rinnovamento artistico e contenutistico, poi esteso a tutte le altre serie.

Oggi i supereroi sono saldamente presenti nell’immaginario collettivo di un pubblico ampio e variegato soprattutto attraverso film e serie televisive, i cui plot narrativi pescano a piene mani dalle saghe create proprio negli ultimi trent’anni. Miller e Moore hanno reso adulti gli uomini in costume e influenzato sceneggiatori come Bendis, Ellis, Ennis, Gaiman, Millar, talentuosi autori di opere a fumetti diventate di culto anche grazie all’esposizione mediatica promossa dall’industria dell’entertainment (cinema, tv, videogiochi…). E se prima si parlava di eroi con super poteri, oggi che le loro storie plasmano la fantasia dei lettori e del pubblico in maniera così pervasiva possiamo tranquillamente affermare che questi personaggi sono ormai assurti al rango di divinità, creando una nuova mitologia a cui esser devoti.

La mostra si propone l’obiettivo di riassumere alcuni dei momenti salienti dell’evoluzione del genere supereroistico dal 1986 a oggi ripercorrendo i titoli di alcune delle più apprezzate avventure dei personaggi di casa DC e Marvel (con riferimenti alle produzioni editoriali Dark Horse e Image), senza dimenticare quanto proposto sul grande e piccolo schermo. Attraverso tavole originali, riproduzioni, spezzoni di film, verranno dati spunti di lettura e di visione al pubblico della mostra. Ci sarà anche una sezione storica dedicata ai primi videogiochi ispirati ai personaggi in costume, a cura dell’esperto Francesco Mazzetta. Come di consueto per le mostre del Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, è stata allestita una vasta esposizione di pubblicazioni disponibili per la consultazione, la lettura, e il prestito a fine mostra. Il percorso espositivo presenta anche una sezione dedicata all’attentato alle torri gemelle, avvenuto l’11 settembre 2001, comprende alcuni modelli in Lego a cura di Cremona Bricks, la cui esposizione farà seguito a questa, e si conclude con un omaggio a Stan Lee, fondatore della Marvel, figura carismatica nota in tutto il mondo e recentemente scomparso.

Non mancheranno incontri di approfondimento con esperti e con disegnatori, in particolare sui temi del rinnovamento del genere, con esperti del calibro di Andrea Plazzi, Alessandro Di Nocera e Andrea Fiamma, e con autori italiani che hanno collaborato con le major americane, come Matteo Casali e Giuseppe Camuncoli.

Sono previsti laboratori per le classi di ogni ordine e grado e gruppi organizzati su prenotazione. I laboratori proporranno di sperimentare chi sono i supereroi dei nostri tempi sia in chiave fantastica che di attualità. Uno dei moduli didattici é stato tenuto lo scorso 20 febbraio dallo youtuber Adrian Fartade, esperto e divulgatore di astronomia, che  ha lavorato sul tema del rapporto tra scienza e supereroi, incontrando centoventi studenti entusiasti per gli argomenti affrontati e per come sono stati esposti.

Supereroi e non – Divinità di una moderna mitologia
Mostra di originali e riproduzioni, film, videogiochi, lego. Incontri, laboratori, workshop

Dal 9 febbraio al 31 marzo 2019. Cremona, Santa Maria della Pietà
Con ingresso libero nei seguenti orari:
Da martedì a venerdì 10:00 – 12:30 e 15:00 – 17:30. Sabato e domenica 10:00 – 13:00 e 14:30 – 18:30. Lunedì chiuso

Nell’ambito del programma culturale Cremona Bellissima si propone questa mostra organizzata da: Centro fumetto “Andrea Pazienza”, Comune di Cremona – Settore cultura, musei e city branding
Il Cfapaz è un’associazione composta da: Comune di Cremona – Provincia di Cremona – Circolo ArciComics Cremona
La rete di patrocinio a sostegno della mostra è composta da Garda musei, Rete bibliotecaria cremonese, Associazione Tapirulan
La mostra rientra nel percorso di iniziative che ci porterà alla  quarta edizione del Porte aperte festival 2019
La mostra ha ottenuto il patrocinio del Consolato degli Stati Uniti d’America a Milano

Ideazione e curatela: Andrea Brusoni, Marco Cottarelli, Alessandro Lucia, Michele Ginevra e Paolo Oradini. Hanno lavorato all’organizzazione: Laura Carini, le volontarie del Servizio Civile Universale e Europeo Ayah Othman, Valeria Peri e Anna Peretti, i collaboratori Davide Bislenghi, Christian Gorr e Roberta Sacchi, il gruppo di Alternanza Scuola Lavoro dell’Istituto Stradivari – Liceo Artistico, lo staff dell’Infopoint, il personale dei Settori comunali Cultura e Musei ed Economato, diretti da Maurizia Quaglia e Tania Secchi e in particolare Giorgio Guerini, Federica Lazzarini, Tiziano Zini e Coop. Service. Si ingrazia inoltre Cremona Bricks per le produzioni presenti in mostra realizzate in lego, Associazione Nona Arte per la collaborazione, Sylvain Rapilly, Alberto Brambilla e Spazio Wow, Angelo Iannaccone, Massimo Cuomo e Heritage.

Gli organizzatori ringraziano in particolare i seguenti prestatori: Luca Baldi, Claudio Campanini, Marco Cortellazzi, Alessio Danesi, Alberto Giavoni, Federico Manusardi, Marco Martini, Francesco Mazzetta (video giochi),       Claudio Morini, Giovanni Nahmias, Gabriele Quaglietta, Ivan Rauseo, Enrico Salvini, Guido Sartor, Massimo Tavani, Damiano Tiritiello.

Il manifesto della mostra è stato realizzato appositamente da Luca Enoch, uno dei più importanti autori in forza alla Sergio Bonelli Editore (Gea, Lilith e Dragonero), colorato da Paolo Francescutto, con la grafica di Valeria Corradi.

Contatti
Centro Fumetto “Andrea Pazienza” Via Palestro, 17 – 26100 Cremona.
Telefono: 0372/407790 Email: info@cfapaz.org
Web: www.cfapaz.orgwww.facebook.com/corsicfapazwww.facebook.com/cfapaz
Pagina Facebook dedicata www.facebook.com/SupereroiENon

Fonte: Cfapaz.org

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...