Bricòla 2019: frammenti della quarta edizione

Sabato scorso ci siamo recati al Bricòla, il festival delle autoproduzioni a fumetti che si è svolto allo Spazio WOW di Milano, in viale Campania 12. La cornice del museo del fumetto, colorato fin dall’ingresso dai vari personaggi iconici della Nona Arte realizzati a murales sulle pareti dell’edificio, ci ha fatto subito respirare un’aria di gioiosa festa fra autori e lettori, con i primi pronti a mostrare ai secondi il loro talento e la loro creatività.

Moltissimi i nomi presenti: AFA Autoproduzioni Fichissime Anderground, Attaccapanni Press, BRACE, CARGO – viaggi grafici, Comics Wall Studio, Elder Draw, Federica D’Angella Comics & Art, Giacomo Jack Traini, Gli Ultracani, Hurricane Ivan, IlCoccobrillo, Kakuro, Kolon, La Fanzinoteca La Pipette Noir, La Fumetteria del Mecenate Povero, La Tana – Autoproduzioni, Liuba Gabriele, Lök Zine, Luisa Torchio, Mammaiuto, Mauro Ferrero – Baccherosse, McGuffin Comics, Midian Comics, Sbucciaginocchi, Stirpe di Pesce, Storiebrute, The Last Bacchae, Wasabi Gummybears.

L’intero pomeriggio di sabato, a partire dalle ore 14 fino alle 20, è dunque passato fra chiacchiere con gli autori e gli standisti e fra i tre incontri all’ombra della gigantesca statua di un Gundam, dove si è discusso dei nuovi modi dell’autoproduzione, dell’influenza del web nel successo dell’autore e di proposte fresche che sbarcheranno a breve nel panorama fumettistico italiano.

Inoltre nell’area esterna è stato posizionato un bus a due piani, dove si poteva ammirare la mostra a tema magico allestita per l’occasione.

Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...