C4 Compressa: Incubi

H.P Lovercraft ha segnato un immaginario, popolandolo di creature da incubo, personaggi tormentati e orrori ancestrali che risiedono al di là del tempo e dello spazio. Da queste premesse parte il libro a fumetti di Michele Penco, Incubi edito da Nicola Pesce Edizioni. Il volume raccoglie quattro storie originali ma di chiara impronta Lovercraftiana a partire dai disegni che ci portano in un mondo di chiaro scuri, popolato da ombre e da nuvole che delineano un orizzonte deprimente e inquietante. La luce filtra a malapena e più che dal cielo, proviene dal fioco lume di una candela che attraversa stanze oscure, profondità di cui non si vede la fine e strade senza uscita.

In Lovercraft uno dei temi ricorrenti è l’affacciarsi sull’ignoto e spesso accade che le porte per entrarvi si mostrino a persone di una certa sensibilità, a marinai ed esploratori, a scienziati ed artisti che hanno una particolare predisposizione a cogliere sfumature. In questa raccolta i personaggi narrati sono connessi al mondo dell’arte, la quale può condurre oltre il sensibile e il reale, oppure sono viaggiatori o sognatori. Il loro destino è però infausto. Le storie di Michele Penco sono brevi, decisive e senza ritorno.

Se amate il genere, è una lettura consigliata impreziosita dall’edizione NPE che vi condurrà in un mondo di incubi, ampliando i vostri.

Orzo Nimai

Mi chiamo Nimai. E' il mio vero nome. Sul serio! Scrivo storie e un giorno vorrei farlo diventare un lavoro. Uno dei miei sogni è accumulare abbastanza materiale per riempire almeno una pagina su Wikipedia.

Potrebbero interessarti anche...