[Lucca Comics & Games 2019] Translation Day: al via seminari ed eventi per futuri traduttori e appassionati in collaborazione con il Salone del Libro

Il Salone del Libro insieme a Lucca Comics & Games: Translation Day

Nasce a Lucca Comics & Games una giornata dedicata alla traduzione.

Il Salone Internazionale del Libro di Torino porta nella città toscana la ventennale esperienza dell’AutoreInvisibile, il tradizionale ciclo d’incontri professionali curato da Ilide Carmignani, sul «sistema circolatorio delle letterature del mondo», come Susan Sontag definisce la traduzione, e lo rielabora insieme ai curatori del festival per immergerlo in un contesto nuovo, ed evolverne gli sviluppi. Grazie alla nuova collaborazione tra le due grandi manifestazioni, sono svelati al pubblico di Lucca Comics & Games tutti i segreti che consentono a romanzi, fumetti e serie televisive di passare ogni confine linguistico e culturale. L’esperienza dei più noti traduttori italiani del settore verrà inoltre condivisa per offrire un momento di formazione e aggiornamento specializzato ai colleghi che lavorano in questo campo e ai giovani che intendono farlo.

Programma completo | Translation Day
Seminari 

Il Translation Day si apre domenica 3 novembre presso il Complesso monumentale di San Micheletto, con tre seminari, a cui si accede tramite iscrizione fino a esaurimento posti. Tre lingue diverse – inglese, francese e giapponese – su tre grandi autori del mondo del fumetto: Emil Ferris, Guy Delisle e Hirohiko Araki. A coordinarli, le loro voci italiane: Michele Foschini col grafico Lorenzo Bolzoni di Bao Publishing, Giovanni Zucca e Andrea Maniscalco.

Ore 11.00-12.30
Inglese – Tradurre La mia cosa preferita sono i mostri di Emil Ferris con Michele Foschini e Lorenzo Bolzoni (Bao Publishing)
Tradurre, adattare e contestualizzare un classico moderno, tra problematiche linguistiche e di design. Il traduttore e il grafico che hanno curato l’edizione italiana del volume raccontano l’approccio seguito – e il rispetto necessario – per preservare l’esperienza di lettura originale anche in lingua italiana.

Francese – Tradurre il graphic journalism: Guy Delisle con Giovanni Zucca
Un breve incontro su e con alcune tavole dai reportage grafici di Guy Delisle (1966), canadese ormai accasato in Francia, viaggiatore per caso capace di raccontare le storie, spesso drammatiche, in cui si imbatte mettendosi in scena in prima persona, come testimone, con apparente naturalezza, come lo farebbe chiunque di noi (se avesse lo stesso talento!).

Giapponese – Tradurre Le bizzarre avventure di Jojo: Steel Ball Run di Hirohiko Araki con Andrea Maniscalco
Il mondo di JoJo creato da Hirohiko Araki è composto da disegni, parole e suoni spesso usati fuori dai canoni e rappresentanti scene surreali. Steel Ball Run dà vita ad un altro universo e rappresenta un’ulteriore eccezione a tale mondo. Come potrebbe dunque la traduzione di una tale opera non risultare anch’essa “bizzarra”?

I seminari di Translation Day sono pensati come aggiornamento specializzato per traduttori professionisti e come momento di formazione per giovani traduttori. Si accede tramite iscrizione fino ad esaurimento posti a questo link: https://forms.gle/C2pmQiJTcPU3m63w5

Incontri aperti al pubblico

Gli altri incontri della giornata sono aperti a chiunque sia incuriosito dall’universo della traduzione:

ore 12.30 Incontro dedicato al Trono di Spade. Edoardo Rialti, il nuovo traduttore di George Martin, racconta come ha restituito in italiano il prequel Fuoco e sangue (Mondadori), mentre Leonardo Marcello Pignataro parlerà delle gioie e dei dolori della traduzione per l’adattamento della popolare serie televisiva. 

ore 14.00: laboratorio pratico sulla traduzione del fumetto coordinato da Alessandra Di Luzio, traduttrice della serie The Sandman di Neil Gaiman, e arricchito da un intervento di Massimiliano Clemente, direttore editoriale di Tunué.

ore 15.30 chiusura del Translation day sotto i portici del complesso monumentale di San Micheletto con un Translation Café dedicato al networking dei traduttori.

Fonte: LuccaComics&Games

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...