Collezionismo: Genius

UN PARICOLARE TIPO DI NERO

genius 2Sdoganato ancora una volta il plot del tenebroso giustiziere – poliziotto buono e tenace – amante inconsapevole, come già ampiamente illustrato da molteplici testate (Kriminal, Satanik, Diabolik etc). Questa volta però accade una cosa che oggi non avrebbe molto riscontro di pubblico, vessato e alienato come prodotto anacronistico e di debolissima presa su un lettore medio esigentissimo. Si tratta infatti di storie a fumetti su basi fotografiche, i cosiddetti fotoromanzi, cari specialmente ad un pubblico femminile, molto vicino alla rivista a sfondo sentimentale. Genius è un fotoromanzo sui generis, un esperimento audace che solletica un ristretta fetta di curiosi. La storia in fondo è quanto di più semplice ci sia: un giustiziere mascherato, neppure troppo originale del resto, attento a far rispettare una giustizia manchevole e maldestra, attraverso i più creativi metodi di omicidio da qui il genio della morte. L’F.B.I. dal canto suo ha dalla sua Sedak, integerrimo agente di polizia, devoto al senso di giustizia con solida convinzione nonché fratello del sinistro giustiziere. Vedono la luce ben 81 numeri più 15 ristampe, tra il 1966 e il 1970. Fa sorridere pensare che tra i credit di quest’opera non vengono annoverati i soliti artisti necessari per le copertine, le matite o le chine, ma piuttosto si trovano gli attori che hanno posato ininterrottamente per così tanto tempo, questi nomi fanno capo principalmente a: GeniusPhilip Kay, MirnaUrsula Jeanis, SedakRock Scandurra.

GENIUS-n-3-UNA-BARA-PER-SAM-Furio


GENIUS n. 3 UNA BARA PER SAM
GENIUS n. 11 VIOLENZA A MAYOMA
GENIUS n. 12 LA MUMMIA SI SPOGLIA + cartolina
GENIUS n. 15 LA DONNA DI GIADA
GENIUS STRIP N.26 COMPLETO DI CARTOLINA

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento