Collezionismo: Star Trek

DIARIO DI BORDO, DATA ASTRALE…

SPADA_STARTREK001Star Trek. A molti solo il nome suscita folate di nostalgia di grande vigore, specialmente in tempi come questi, testimoni della recentissima scomparsa di uno degli interpreti più sostenuti dagli appassionati di più generazioni: Leonard Nimoy. Il titolo, ampiamente dibattuto e portato all’attenzione del pubblico dei lettori, vanta una piccolissima raccolta composta solo da 15 numeri, presenti nelle edicole italiane per merito della casa editrice romana F.lli Spada. La serie è presa per intero dal comic book Dell/Western Publishing, per i testi di Dick Wood e i disegni di Nevio Zeccara e Alberto Giolitti.

Chi conosce i prodotti che generalmente erano messi in commercio dall’allora fiorente casa editrice sa che questi erano libretti spillati di poche pagine, di un bel formato ma dalla corporatura esile. Le copertine erano ricavate da fotogrammi della serie tv (non sempre), in modo da suscitare, riuscendoci, l’effetto curiosità che ogni buon appassionato porta con sé come una maledizione che oscilla tra dannazione e beatitudine. La testata ebbe vita assai breve, dall’aprile 1972 al marzo del 1974.

STAR-TREK-09-036 copy


Star Trek: visioni aliene: 1
Star Trek. The gold key collection: 2
Star trek. The goldkey collection: 3
Star Trek. The gold collection: 4
Star Trek. The golden key collection: 5

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento