Collezionismo: Tex 1-29, il Ranger torna all’attacco con numeri che fanno paura

ANALISI DI UNA LEGGENDA

1:29 2Mi sono occupato di questo fenomeno già qualche tempo fa, ma non ho resistito a riportare un po’ di luce su questa incredibile storia. Inutile stare ancora a dilungarci su cosa sia e cosa rappresenti per un collezionista italiano di altissimo livello la serie originale di Tex denominata 1-29.

Rappresenta il sacro graal, il trofeo per eccellenza, il top di tutti i tempi in termini meramente monetari. Che ultimamente questa crisi multiforme abbia attanagliato tutti i settori rimodellando, non solo le idee, ma anche il modo di investire i capitali, non è un mistero, allargando a nuove categorie insospettabili, come nuove forme di investimento sicuro.

1:29 6Quindi non solo oggetti di culto per maniaci senza vergogna, ma bene rifugio per imprenditori di tutti i tipi. Ecco allora che sistematicamente si torna a parlare di collezionismo di fascia altissima e quindi ancora una volta di questa perla di perduta memoria. Quando non sono le aste di settore a tenere banco ci pensa il web a riservare qualche sorpresa.

A febbraio ci eravamo lasciati con l’offerta strabiliante di  70.050, cifra che oltretutto non ha permesso al fortunato partecipante di aggiudicarsi l’asta, non avendo raggiunto il prezzo di riserva. Adesso in questo periodo di fine settembre ci risiamo, ma questa volta c’è una variazione, il prezzo è fisso, campeggia la scritta “Compralo subito“, e il prezzo è fissato a € 95.000. Al momento l’asta è visionata da 80 persone (curiosi o acquirenti) e ben 2905 visite. Sono moltissime le domande che mi frullano per la testa, ma l’unica cosa che davvero posso fare è godermi questa favolosa vetrina illuminata.

Schermata 2015-09-23 alle 10.24.00


Tex. Patagonia
Tex
Tex. L’ultima frontiera
Fieramente Tex (2005-2013)
TEX. Il massacro di Goldena (XS Mondadori)

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento