Coney Island #2 – Al Capone ringrazia

Tu non capisci… Io sono entrato in contatto con la sua anima e resterò intimamente legato a lui ancora per qualche tempo…finché la nuvola non si sarà dissolta.

CONEY ISLAND

Ix4EjUQu0=--Siete pronti a fare un lungo balzo indietro nel tempo fino agli anni venti? New York, covo di gangster, poliziotti corrotti e pupe dalle curve prorompenti, è la città perfetta per le atmosfere Hardboiled orchestrate da Gianfranco Manfredi, sempre più in forma narrativamente parlando e con una verve particolare che sta caratterizzando le sue opere più recenti. Una su tutte, Adam Wild. La nuova iniziativa editoriale della Sergio Bonelli Editore, Le Miniserie, è figlia diretta di una serie di opere pubblicate dalla casa editrice di Via Buonarroti, nel corso degli anni 2000; i Romanzi a fumetti, storie ad ampio respiro, impegnative nella lettura e rese fruibili dal supporto grafico, sono stati un passo importante nella vita editoriale della Bonelli.

Sperimentare sulle ambientazioni, personaggi che non avrebbero mai potuto essere titolari di testate, e confrontarsi con un numero diverso di pagine. Queste alcune delle caratteristiche che ritroviamo ne Le miniserie, ereditate dai Romanzi a fumetti (non fatevi scappare l’incredibile Gli occhi e il buio, storia scritta da Gigi Simeoni) e che si rivolgono a un pubblico di lettori che amano perdersi nei meandri della storia e confrontarsi con scenari e personaggi realmente esistiti.

AL CAPONE RINGRAZIA

vLwjQmVWodDVsCRm7Pwa2GTrOFda4=--Coney Island racconta la vicenda di un poliziotto, Jack Sloane, burbero e alla ricerca dell’amore, il quale si ritrova implicato con il misterioso passato di una pupa mozzafiato di nome Brenda e un manipoli di personaggi che popolano il Luna Park di Coney Island. Una storia che ha al centro della narrazione un parco giochi, vale già di per sé la lettura, se poi ci aggiungiamo un pizzico d’intrigo, di malavita e di relazioni sentimentali, il tutto mescolato con i toni che hanno contraddistinto le opere di Raymond Chandler, abbiamo la ricetta perfetta.

Non vi basta? Nel numero due di Coney Island, ritroviamo il boss malavitoso per eccellenza, l’unico e inimitabile Al Capone. In visita a New York, si troverà ad assistere allo spettacolo di Mr. Frolic, illusionista e sensitivo in scena a Coney Island e tutta l’azione accelera, pronta per esplodere nel numero tre. Mr.Frolic, oltre Sloane è l’altro grande protagonista al centro della miniserie; un passato in guerra, un animo truffaldino e allo stesso tempo dedito alla salvaguardia delle altre vita, si rivela uno dei personaggi più interessanti creati da Manfredi per Coney Island. Dopo poche pagine si ha la sensazione di aver letto innumerevoli avventure del gruppo di protagonisti: Brenda, l’ex pupa del malavitoso, Speedy, il motociclista ladruncolo, Edma e Florence, le assistenti dello spettacolo di Mr.Frolic, e il piccolo e risoluto Leggett, capo dello spettacolo di Coney Island. Tutti hanno un peso nella storia, tutti sono caratterizzati e hanno il giusto spessore in base alla rilevanza che hanno all’interno della storia.

GLI AUTORI E I PERSONAGGI

vLwjQmVTerauI9X411vUBo2CrhfGs=--Gianfranco Manfredi ai testi, scandisce un ritmo che mescola una fruizione totalmente attuale senza perdere il fascino dei film anni ’60 che scandagliavano gli eventi d’inizio secolo. New York, Coney Island, la magia di un epoca moderna ma ancorata agli stilemi d’inizio secolo sono caratterizzate con grande professionalità dal duo Barbati (ultima opera postuma) e Ramella. Il loro tratto dettagliato, ma pulito e mai disturbante dimostra che è ancora possibile appassionare il lettore con uno stile semplice, diretto e senza innumerevoli ricercatezze. Barbati e Ramella mettono in scena esattamente ciò che serve. New York c’è, i personaggi anche, manca solo scoprire cosa ci rivela il finale della storia.

Probabilmente vi piacerebbe sapere qualche dettaglio in più sulla storia, ma svelare anche solo piccoli particolari renderebbe la lettura di Al Capone ringrazia, meno intrigante e appassionante. Pagina dopo pagina, da diversi punti di vista narrativi, Da Brenda a Mr.Frolic fino ad arrivare a Speedy, ricostruiamo una storia che ci mostrerà che la soluzione era proprio sotto gli occhi di tutti, celata con maestria dai personaggi e dal montaggio. Sapremo la verità quando le nuvole nere che offuscano la lucidità di Mr.Frolic siano presto lontane oltre l’orizzonte.


Tex. Patagonia
L’inizio. Orfani: 1
Bugie. Orfani: 2
Dylan Dog. Mater Morbi
Dylan Dog. Il sorriso dell’Oscura Signora

Luigi Formola

27 Luglio 1986. Musicista, scrittore e comunicatore. All'età di otto anni si diverte a riscrivere i climax di molti film. A dodici anni sceglie Dylan Dog come costante della sua vita. A vent'anni, l'università, Scienze della Comunicazione, una tesi sulla correlazione degli stili di vita e le marche. Nel 2013 studia sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Nel 2015 e 2016 tiene un ciclo di lezioni sulla scrittura al S.O.B. per il corso di perfezionamento "Editoria per l'infanzia e il pubblico giovanile". Attualmente, collabora con la NPE, come traduttore e autore, è al lavoro sul primo romanzo con l'agenzia letteraria TZLA, e scrive un fantasy su Wattpad dal titolo "Ray Owlers, oltre il buio."

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. 20 dicembre 2015

    […] volta abbiamo messo in palio una stampa di Coney Island firmata da Bruno Ramella e Gianfranco Manfredi. Partecipare ai nostri concorsi è semplice: basta […]

Lascia un commento