Dark Souls #1 – Il respiro di Andolus, l’immersione in un videogioco fantasy

No, Fira! È una trappola! Nulla di tutto ciò è reale!

LA MISSIONE

Dark Souls #1 – Il respiro di Andolus è il primo volume della serie ispirata al famoso videogioco fantasy per PlayStation sviluppato da From Software e campione di vendite in tutto il mondo. Il fumetto è stato realizzato da Titan Comics , il primo numero uscì nell’aprile del 2016, e portato in Italia da Editoriale Cosmo che ha deciso di pubblicarlo poco prima del Lucca Comics & Games 2018. La storia inizia in medias res. Fira, la guerriera protagonista del volume, si ritrova davanti a un falò in uno stato confusionario ricordando quasi nulla degli avvenimenti precedenti. Il personaggio principale incontra Aldrich, un sinistro errante con apparenti poteri magici, che cerca di far tornare la memoria a Fira. I due iniziano una missione per cercare un’arma ricavata dal cadavere di Andolus, il grande drago ucciso dagli umani. Durante la loro avventura, grazie a una retrospezione sull’infanzia del personaggio principale, si scopre che in passato Fira era una bambina…

IL VOLUME

George Mann, lo sceneggiatore del fumetto, è riuscito a creare una bella storia capace di immergere il lettore in un costante stato d’ansia e inquietudine. Tutto è incerto, gli eventi possono cambiare da un momento all’altro in un lampo. La trama è un po’ intricata ma la lettura scorre veloce e tutta d’un fiato. Il disegnatore Alan Quah ha illustrato ogni tavola con minuzia soffermandosi su ogni minimo dettaglio. I colori sono combinati alla perfezioni e trasmettono una bellissima atmosfera fantasy. La scelta di affidare il ruolo di protagonista a un personaggio femminile è stata sicuramente azzardata ma la bravura dei due autori ha reso questa scelta azzeccata e interessante. L’ambientazione è grandiosa, il lettore è catapultato all’interno di un mondo proprio dei videogiochi con la differenza che si trova a essere uno spettatore inerme. Alla fine del volume, dato anche il grande ritmo degli eventi, si ha solo voglia di non fermarsi.

CONCLUSIONI

Editoriale Cosmo ha portato sul mercato italiano un fumetto interessante che sarà sicuramente apprezzato dagli amanti del celebre videogioco Dark Souls. La scelta di pubblicare il volume in formato americano con copertina brossurata è sicuramente vincente e agevola la lettura del volume esaltando la spettacolarità dei disegni. La divisione interna dei capitoli scandisce il tempo come se fossero delle missioni di un videogioco. Concludendo penso che questo albo sia adatto a tutti gli amanti del genere fantasy e che non bisogna necessariamente essere dei patiti di Dark Souls per godersi la storia raccontata in questo fumetto che riesce a unire il mondo dei videogiochi e quello delle nuvolette.

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento