Recensione: Ghosted Vol. #2

Editore Saldapress
Autori Joshua Williamson (sceneggiatura), Davide Gianfelice (disegni), Miroslaw Mrva (colori)
Prima pubblicazione 2014
Prima edizione italiana 2014
Formato 17×26 cm, brossura
Numero pagine 128 pp.

Prezzo 14,90 euro

Non sarai mai solo Jackson. Sarai sempre perseguitato dai fantasmi di coloro a cui hai fatto del male. E sono parecchi, bastardo.
– da Ghosted vol.2

ANCORA TORMENTATO DAI FANTASMI

Tavola 1Sin dalle prime pagine del secondo albo di Ghosted vengono messe  le cose in chiaro: a Jackson Winters sono negate tanto una vita normale quanto la pace interiore. Il passato gli starà sempre appresso, così come il senso di colpa nei confronti di tutti coloro che sono morti per causa sua.
Se il finale del primo volume (QUI la recensione) lasciava pensare a un’uscita di scena in grande stile da parte di Jackson, libero finalmente da vincoli nei confronti di terzi, il secondo libro di Ghosted ricorda, parafrasando Atlantic city di Bruce Springsteen, che “Tutto muore, ma forse tutto quello che muore un giorno tornerà indietro”. Coloro i quali Winters aveva provato a derubare sono lo costringono a lavorare per loro. Nella fattispecie per recuperare la posseduta nipote Nina, che è stata rapita. Non è il caso di svelare nulla di più sulla trama per non rovinare gli interessantissimi risvolti della vicenda.

IL CONFLITTO INTERIORE DI JACKSON WINTERS

Nel primo numero avevamo conosciuto la parte più brillante del protagonista: l’abilità di cavarsela sempre e comunque e l’adattabilità ad ogni tipo di situazione. In questo secondo albo per certi versi avremo un protagonista diverso: Joshua Williamson in questi capitoli ha scavato nel profondo dell’anima di un uomo diviso tra il desiderio di morte come fine di ogni affanno e l’umano spirito di sopravvivenza.
La Forza di spirito lo spinge ad andare avanti, al prezzo di commettere atti orribili, al fine dell’autoconservazione. In questo fumetto Jackson non disporrà di una squadra come quella utilizzata a villa Trisk, ma dovrà cavarsela per lo più da solo.

5283aef7f4319dfc3cd4968eb25efcd3UN FUMETTO RISCHIOSAMENTE SERIO

Gli autori di Ghosted hanno deciso di prendere una piega molto rischiosa per il loro personaggio: avere un Jackson Winters gigione e Tv2votato all’azione sicuramente avrebbe fatto più presa sul pubblico. Rallentare la narrazione per studiare l‘anima del personaggio dopo averlo buttato in mezzo all’azione può essere rischioso: il ritmo ne risente e, per quanto la storia sia costruita in modo armonico e senza buchi, la narrazione stride. Tutto ciò non dev’essere necessariamente visto come un punto negativo, tuttavia per dare un giudizio “definitivo” su quest’opera ci si dovrà basare molto sul terzo volume.
L‘acquisto del volume è consigliato a tutti quelli che vogliono conoscere di più Jackson Winters e non si accontentano di sparatorie e scazzottate. A differenza di quanto detto in sede di recensione del primo volume questo secondo albo non può essere letto da solo, richiede l’acquisto del terzo volume.
Dovete comprarlo? , ma sappiate che se lo comprerete da solo soffrirete le pene dell’inferno.


Colpo stregato. Ghosted: 1
I libri dei morti. Ghosted: 2
The walking dead: 1
Zombies. Ediz. integrale
Rifiuti! Great Pacific: 1

C4 MATITE:

Jacopo Cerretti

Classe '90, cresciuto a pane (tanto) e comics con approccio disinteressato, negli ultimi 3 anni ho sviluppato un vero e proprio amore per il fumetto grazie in primis all'indagatore dell'incubo, i colleghi di casa Bonelli e alle poesie grafiche di Gipi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.