Il bello e la bestia

Staremo insieme per sempre ed il mio castello sarà il tuo castello… Ma niente più dolci, fumetti e giochi.
Madama

UNA PARODIA ADATTATA AI GIORNI NOSTRI

Il bello e la bestiaTra le varie novità proposte al Lucca Comics & Games 2015 presso lo stand Magic Press – Mondadori si poteva trovare la nuova avventura di Simple & Madama. In questo volume, Lorenza Di Sepio riscrive la fiaba de “La bella e la bestia“, nota al grande pubblico soprattutto grazie al lungometraggio animato Disney, in una veste comica adattata ai giorni nostri. Come negli altri libri della serie vengono evidenziati molti problemi e incomprensioni che nascono durante la vita di coppia: questa volta vengono evidenziati i pregi maschili e i difetti femminili, ma all’interno dell’albo si possono trovare anche parecchi riferimenti a opere di varia natura, da “Alice nel paese delle meraviglie” a “Street fighter“.

LA TRAMA

Per tutta la storia Madama risulta molto scortese, mentre Simple svela il suo lato umano guardando oltre le apparenze e iniziando ad apprezzare la bestia per il suo lato nerd. Madama, infatti, è una vera e propria patita di videogiochi, fumetti e saghe cinematografiche. Questo sembra il preludio per una dolce idillio ma l’agguato si nasconde dietro l’angolo. L’antagonista in amore della “bestia” è una giovane fanciulla di nome Amamda che si fa costantemente aiutare dal suo amico Frienderico, chiaramente intenzionato ad ottenere quel famoso “qualcosa di più”. In tutto il volume vengono fatti riferimenti al periodo temporale attuale, con chicche degli anni ’90 come, ad esempio, uno scontro tra due personaggi che si svolge come una partita a un videogioco di combattimento da bar. Oltre a tutto ciò, l’autrice lancia anche un messaggio a tutte le ragazze che si sentono poco apprezzate dai ragazzi: per tutti, anche per le “bestie”, c’è speranza. Ognuno ha i propri pregi, anche se non è sempre facile trovare la persona in grado di coglierli e apprezzarli.

ll bello e la bestia 1

CONCLUSIONI

La lettura scorre tranquilla e piacevole. Molto spesso si creano scene divertenti e spassose che riescono a strappare un sorriso sincero. La forza dell’autrice sta, come sempre, nel riuscire a raccontare storie di vita quotidiana di coppia collegandole tutte con una trama comune: il lettore si riconosce immediatamente in almeno uno dei personaggi che incarnano persone normali alle prese con la vita di tutti i giorni. Per quanto riguarda l’edizione, avrei personalmente preferito una copertina rigida cartonata come i precedenti volumi, sia per questioni di conservazione sia per estetica. Se amate le vignette di Lorenza vi piacerà sicuramente anche questa sua opera, dove vengono i ruoli di buono e cattivo vengono decisamente stravolti.


Simple&Madama. Il bello & la bestia
Simple&Madama special. Avventure al metrò
Orgoglio & pregiudizio. Simple & Madama: 2
La scintilla. Simple & Madama

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. 4 novembre 2015

    […] moderato da Nicholas Venè e Giulia Prodiguerra, ha visto il confronto tra Lorenza Di Sepio (Simple & Madama, Magic Press), Samuel Daveti (Un lungo cammino, Mammaiuto), Daniele “Kota” Di Nicuolo […]

  2. 20 novembre 2015

    […] 16.00 Simple & Madama: Il bello e la bestia versus Le più belle frasi di Osho Lorenza Di Sepio incontra l’autore di uno dei fenomeni virali […]

Lascia un commento