Recensione: In God we trust

Editore Comicon Edizioni
Autori Vincent Paronnaud “Winshluss”
Prima pubblicazione 2013
Prima edizione italiana Ottobre 2015
Formato Cartonato
Numero pagine 122 a colori

Prezzo 22,00 euro

Allora Dio contemplò la sua opera e disse:
“Mmm .. Un fallimento completo!”
– da “In God we trust”

CHE LA SATIRA SIA CON NOI

in god we trust 2Sta per concludersi un anno in cui la satira sulla religione è tristemente balzata al centro dell’attenzione per fatti di cronaca che, come spesso accade, hanno anche dato il via a molti teatrini della moralità. Per fortuna grazie a Vincent Paronnaud aka Winshluss e a Comicon Edizioni si torna a divertirsi usando il cervello e imparando a non prendere tutto troppo sul serio. Con In God We Trust, infatti, l’artista francese rivista in chiave satirica niente meno che il libro più letto al mondo, la Bibbia.

DIVERTENTE E MAI BANALE

in god we trustAccompagnati da San Franky, santo patrono dei fumettisti e dei bevitori di birra, rivivremo alcuni episodi importanti del Vecchio e del Nuovo Testamento, oppure scopriremo dei segreti su star del mondo cattolico come Giovanni Paolo II. Attraverso brevi storie o addirittura singole tavole Wishluss ci offre una panoramica più che completa della sua personale visione di Dio e di molti fatti importanti per la storia della chiesa e del cattolicesimo moderno. Passeremo dalla Genesi all’Apocalisse, zombie ovviamente, incontreremo personaggi più o meno importanti come Giovanni Battista, Mosè e Superman. Avremo a che fare con un Dio annoiato, divertente, scherzoso, lussurioso e quindi molto umano.

in god we trust 3Insomma, in maniera intelligente e mai banale Wishluss mette alla gogna la religione occidentale mischiandola in un grande collage di cultura pop. Proprio questa sorta di frammentazione è, se vogliamo, l’unico vero difetto di questo volume. I vari episodi e vignette, infatti, non sono veramente legato tra loro se non dalla tematica cattolica e dalla figura del narratore. San Franky però da solo non riesce a dare una logica precisa alla struttura generale di quello che altrimenti sarebbe un grande fumetto sotto tutti i punti di vista. Dal punto di vista grafico, come per il lavoro precedente Pinocchio, Wishluss si conferma un bravissimo artista capace di creare tavole e illustrazioni coloratissime, belle e di sicuro impatto.

SATIRA DI QUALITÀ

L’artista francese quindi ha lasciato libero sfogo alla sua vena dissacrante, divertendosi e divertendo nello svestire la religione cristiana della sua serietà e dei suoi cliché.  Un opera che mi sento di consigliare perché è sicuramente un esempio di satira di qualità, resa molto bene anche graficamente.


In God we trust
Dormiente
Pinocchio
La musica di Crumb. Collezione Crumb: 3
La Diabolika Astorina. 50 anni con il re del terrore. Catalogo della mostra itinerante. Cinquant’anni vissuti diabolikamente

C4 MATITE:

Alessandro Di Giulio

Il mondo del fumetto l'ho sempre amato da quando mia madre mi portò al primo Lucca Comics della mia vita, penso che ora si odi per questo; da allora li compro li leggo e li colleziono e non me ne sono mai pentito. Ho 31 anni mille passioni e una vita sola per poterle coltivare; questo è il cruccio di molti di noi. Cosa c'è di meglio allora di scrivere di una di queste grandi passioni?..

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.