Recensione: Klaw, un supereroe fabriqué en france

Editore Panini Comics
Autori Ozanam (sceneggiatura) e Joel Jurion (disegni)
Prima pubblicazione 2013
Prima edizione italiana 2018
Formato 17 x 26 cm cartonato
Numero pagine 152 a colori

Prezzo 16,00 euro

Da sceneggiatore vi posso assicurare che il problema di trovare nomi ai propri personaggi è principalmente da additare a DC e, soprattutto, Marvel. Ogni nome che vi viene in mente è già stato usato per qualche eroe secondario o qualche villain monouso. Quindi non incolpiamo Ozanam per il nome di questa serie, ha fatto il possibile. Inoltre il protagonista è totalmente diverso dal famoso nemico dei F4. Vediamo insieme com’è, dunque.

ANNO 2031

No, non si tratta di fantascienza, nessuna nave spaziale o alieni di alcuna razza. Aspettatevi, però, grossi totem dalle fattezze animali che invadono corpi di giovani ragazzi e mafiosi poco rispettabili. Ange Tomassini è un adolescente alle prese con i soliti problemi della giovinezza, in più deve convivere con un padre mafioso e un gruppo di amici decisamente poco amichevoli. Ha però un superpotere notevole: lo spirito della tigre si scatena in lui nelle situazioni di pericolo, permettendogli di affrontare qualunque avversità con due artigliate. Aspettatevi avventure interessanti.

SUPER POTERI E SUPER RESPONSABILITÀ

Conosciamo bene questo flagello. Se puoi scatenare una furia vendicativa, rompere la barriera del suono col pensiero o, magari, volare, i tuoi problemi sono sicuramente superiori alle tue potenzialità. Anche in Klaw, serie supereroistica arrivata al settimo volume, le complessità non mancano per i protagonisti. Come ogni serie d’azione è inutile scendere nei dettagli delle storie ed è altrettanto complesso evitare gli spoiler. Parliamo allora di come funziona il fumetto.

La narrazione di Ozanam è moderna e avvincente, racconta con gli occhi di un adolescente un mondo fatto di super cattivi, super poteri, super battaglie e super crescita. Ma senza fretta. Per arrivare nel vivo dell’azione, infatti, bisognerà aspettare il terzo capitolo, contenuto nel volume al termine dello stesso. Avrete dunque tempo per affezionarvi ai protagonisti prima di vederli alle prese con le super vicende. L’universo narrativo creato dagli autori è originale e decisamente interessante, un mondo che si riversa anche negli ambienti suggestivi e vari tra quartieri da Yakuza e tipiche città americane. La grande forza di Klaw, infatti, sono gli splendidi disegni di Jurion che illustra, con un tratto ibrido tra francese e americano, con vignette dinamiche e frenetiche, grazie anche ai magnifici colori con l’aiuto di Guillé.

Infine: Klaw è una serie promettente che, però, deve ancora esprimersi al meglio. Si sente, infatti, la necessità di un secondo volume per dare una forma definitiva alle avventure di Ange. Se vi piacciono i supereroi innovativi, rivisitazioni in stile Zeroi degli archetipi supereroistici, o se non resistete davanti a poteri strambi e mostri aggressivi questo è il fumetto che fa per voi.

C4 MATITE:

Roberto Diglio

Sceneggiatore e, prima di tutto, accanito lettore di fumetti. Frequento la Scuola Internazionale di Comics, progetto e scrivo molteplici fumetti, studio storia e analisi della nona arte. Ogni tanto dormo e sogno di diventare un autore famoso tanto da farmi insultare da quei maledetti recensori. Nel frattempo recensisco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.