Recensione: Made in Abyss #1, il dramma degli speleologi

Editore J-Pop Manga
Autori Akihito Tsukushi
Prima pubblicazione 2013
Prima edizione italiana 2018
Formato 15 x 21 cm con sovraccoperta
Numero pagine 170

Prezzo 7,90 euro

Cosa rende bravo uno speleologo? Determinazione, coraggio, percezione dell’ambiente circostante. E i giovani fischietti di Made in Abyss (J-Pop Manga) non tradiscono le aspettative, sempre pronti a raccattare reliquie & rottami in un mondo devastato a cavallo fra fantasy e post-apocalittico.

ATMOSFERE INUSUALI

Akihito Tsukushi da vita a una storia interessante, forse dai contorni facili e consuenti, ma che poggiano su di un nucleo intrigante e non banale. Mi ha infatti ricordato un bellissimo manga che porto sempre nel cuore, Letter Bee, con una scena diversa dal solito (qui un enorme cratere senza fine e misterioso) e una svolta al femminile, con l’orfana Riko alla ricerca della madre, la speleologa più grande di sempre in questo mondo narrativo. Ad accompagnare la nostra eroina c’è un “robottino“, come lo chiama Riko, un ragazzino suo coetaneo fatto però di metallo, con braccia  e gambe allungabili (si, Hitmonlee insomma).

DRAMMA & COMICITÀ

La storia, va detto subito, è tragica: lo si deduce fin dalle bandelle laterali della sovraccoperta di pregio del volume, dove si trova la mappa dei sette livelli dell’Abisso. Più la discesa si fa impegnativa, più l’esploratore si sentirà male, perderà i senti, avrà emorragie interne che lo condurranno alla morte. Un’atmosfera del genere ne avrebbe fatto un dramma cupo e fosco, eppure l’autore riesce a stemperare la notevole tensione grazie alle molte battute e ai siparietti comici nonché attraverso i disegni pucciosissimi dei nostri adorabili eroi. Strizzatina d’occhio inoltre a possibili svolte commerciali (cosplay, giochi di carte, etc.) grazie alla divisione in ranghi dei fischietti, divisi in campanellini, rossi, blu, lunari, neri e bianchi. Consigliato? Assolutamente!

PRO CONTRO
– Ambientazione originale.
– Alla ricerca dei tesori dell'Abisso! Sì!
– Prezzo un poco alto del volume, ma giustificato dalla sovraccoperta, pagine patinate e gran cura dei dettagli.

C4 MATITE:

Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna Risposta

  1. A me sembra più il dramma delle generazioni attuali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.