Recensione: Sheltered – Prima dell’apocalisse vol. #1

Editore Saldapress
Autori Ed Brisson e Johnnie Christmas
Prima pubblicazione 2013
Prima edizione italiana 2015
Formato 16,8 x 25,6 cm
Numero pagine 128 pagine, a colori

Prezzo 14,90 euro

La fine sta arrivando, era necessario prendere delle decisioni.
– da Sheltered

LA FINE DEL MONDO

sheltered 1Neve, bunker e ragazzini. Sono gli ingredienti che rendono particolare la storia di questo fumetto ambientato in un futuro non troppo lontano, per non dire contemporaneo. Sheltered – Prima dell’Apocalisse, è la nuova serie scritta, ideata e disegnata da Ed Brisson e Johnnie Christmas per Image Comics, edita in Italia da Saldapress, una storia pre-apocalittica che contiene al suo interno vari spunti interessanti e originali. Non tanto per la tematica generale che ruota intorno alla fine del mondo in arrivo, a cui ormai siamo più che abituati, ma piuttosto per le modalità di preparazione ad essa e  alle dinamiche particolari a cui la mente umana può arrivare in questa situazione di stress.

UN LUOGO SICURO… O FORSE NO

sheltered 3Safe Haven, letteralmente “rifugio”, il luogo dove è ambientata la vicenda, e Sheltered ovvero “riparato”, il titolo della serie, sono le parole chiave che rendono bene l’atmosfera in cui è ambientata la storia. In questo primo volume ci troviamo di fronte ad una storia in medias res, dove una piccola comunità degli Stati Uniti del nord sta costruendo una sorta di villaggio a prova di apocalisse, Safe Haven appunto. Gli abitanti stanno raccogliendo provviste all’interno di una serie di bunker interrati, per poter sopravvivere alla fine del mondo. Il loro piano di sopravvivenza sembra essere quasi pronto, ma nonostante che si siano preparati a qualsiasi evenienza e disastro incombenti, c’è una cosa da cui non pensavano di doversi difendere: i propri figli.

sheltered 4Sono proprio loro la minaccia più pericolosa. I ragazzi, guidati dal loro leader spietato Lucas, si rivoltano ai propri padri e prendono il controllo della comunità. Con il nuovo ordine sociale mirano a ridurre al minimo le bocche da sfamare per aumentare le probabilità di sopravvivenza, in previsione dell’apocalisse che sembra ormai imminente. Con il passare dei giorni però qualcosa inizia a cambiare, così quella che sembrava un’oasi sicura sembra trasformarsi in una trasposizione del Signore delle Mosche sulle nevi di questa landa isolata. Le uniche che sembrano potersi opporre sono le due amiche Victoria e Hailey, che, asserragliate a loro volta dentro uno dei bunker, cercano di affrontare il folle piano di Lucas. La vicenda si accende: anche qualcuno all’esterno della comunità sembra aver notato Safe Haven

STORIA CHE SCORRE E COLPI DI SCENA

sheltered 6In questo primo volume vengono gettate le basi per quella che sembra una serie molto interessante. La storia scritta da Brisson infatti affronta la tematica molto attuale della fine del mondo imminente, ma lo fa in maniera originale e ponendo molta attenzione alle dinamiche sociali e agli aspetti inquietanti della mente umana. Le 128 pagine dell’albo scorrono molto bene, lasciando la sensazione che la vicenda non sarà scontata e le sorprese non mancheranno. Dal punto di vista grafico, Johnnie Christmas ci regala un buon prodotto caratterizzato da uno stile asciutto e realistico. I colori che prevalgono sembrano passare da un filtro freddo cinematografico, adattandosi perfettamente  all’ambientazione e anche all’atmosfera fredda e spietata della storia.

UN BUON INIZIO

In definitiva ci troviamo di fronte ad una serie che mi ha incuriosito molto e che se siete come me appassionati delle storie post e pre-apocalittiche non vi deluderà. Un volume uno che fa quello che deve fare, ovvero invogliare a seguire questa nuova serie. Adesso resta solo da vedere se Sheltered si manterrà su questi livelli e se confermerà quanto di buono visto con questo esordio. Una bella storia con una buona dose di suspense, che lascia con la voglia discoprire  se davvero il mondo è alla fine.


Corri nella giungla! 68: 1
Zombies. Ediz. integrale
Sei tra amici. Revival: 1
Destini peggiori della morte. Nowhere men vol. 1A
La forza di Tyreese. The walking dead speciale

C4 MATITE:

Alessandro Di Giulio

Il mondo del fumetto l'ho sempre amato da quando mia madre mi portò al primo Lucca Comics della mia vita, penso che ora si odi per questo; da allora li compro li leggo e li colleziono e non me ne sono mai pentito. Ho 31 anni mille passioni e una vita sola per poterle coltivare; questo è il cruccio di molti di noi. Cosa c'è di meglio allora di scrivere di una di queste grandi passioni?..

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.