The Wry Pussy Bar – Il Bar la Mozza Storta

Le torture cinesi, rispetto al dolore che provo, sono un bocchino tirato con passione.
– da The Wry Pussy Bar

IL CORAGGIO NECESSARIO DEL BAR LA MOZZA STORTA

wry pussy barDi Platò, la giovanissima realtà creativa sarzanese, vi abbiamo già parlato QUI. Fondata da Michela Brondi e Diego Garbini, la dimensione artistica di Platò spazia da mostre fotografiche a spettacoli teatrali, passando, più di recente, per la letteratura illustrata. Dunque qualcosa in più di una casa editrice, un contenitore (questa infatti la traduzione dal dialetto sarzanese di “Platò”) di fantasia, estro e poesia a tutto tondo.
La loro prima incursione nel mondo della nona arte si concretizza nel volume autoprodotto The Wry Pussy Bar – Il Bar la Mozza Storta. È il primo audace prodotto della collana “peyote”, nata dalla filosofia, senza dubbio adeguata, secondo cui “se i libri sono cibo per la mente, occorre fare attenzione a quello che ci si mette in testa”. Più che di un fumetto, però, si tratta di un libro illustrato: i testi sono estratti dall’opera Sette mesi al bar. Romanzo extraspaziale dello scrittore e poeta ligure Luciano Ginesi, le illustrazioni che li accompagnano sono opera di Michela Brondi.

Screenshot_2015-06-30-23-29-58-1The Wry Pussy Bar è il racconto cosmogonico del locale che dà il titolo all’opera, l’assurda e allucinante storia di un bar che nasce e vive grazie agli orgasmi delle comete che attraversano i cieli della Terra. E se tutto ciò vi sembra sconclusionato, aspettate di fare la conoscenza degli ortaggi senzienti, maniacali guardiani del bar sempre pronti a liberarsi dell’avventore di turno, o dei lupi lunari, costantemente arrapati ma destinati all’insoddisfazione sessuale. E ancora tartarughe spaziali, corvi mangiadiamanti e pescecani che solcano il cosmo.

Nonostante le premesse esuberanti, l’intrepida alchimia proposta da Platò stenta a decollare. In parte perché i testi proposti rappresentano solo una selezione parziale del romanzo originale di Ginesi, in parte per il carattere intrinsecamente incongruo degli scritti dell’autore, l’opera non riesce a raggiungere gli obiettivi preposti, tra i quali, se non altro, dovrebbe figurare almeno l’intrattenimento, quando non spunti di riflessione o la trasmissione di emozioni.

LE VISIONI DI MICHELA BRONDI

Screenshot_2015-06-30-23-36-19-1Diverso il discorso per le illustrazioni che accompagnano i testi di Ginesi. Michela Brondi fa un buon lavoro nel rappresentare il folle viaggio delle comete, delle verdure e dei lupi lunari. Il tratto grottesco, all’apparenza insicuro, unito a una tavolozza di colori decisi e brillanti accompagna con stravaganza il viaggio acido dello scrittore. La composizione della tavola è lineare ma efficace, lo stile grafico semplice e la costante piattezza dei disegni si rivelano strumenti particolarmente efficaci per la rappresentazione dell’alienante storia del Bar la Mozza Storta.

Le numerosissime doppie splash page contribuiscono a velocizzare il ritmo di lettura, aspetto che spinge l’occhio del lettore a soffermarsi maggiormente sulle parole. Detto ciò, proprio perché si tratta di un libro illustrato e non di un fumetto, la parte grafica poco o nulla aggiunge al testo. Le immagini si limitano ad accompagnare le visioni di Ginesi, non raccontano storie, non aggiungono dettagli. Tale fattore, soprattutto per gli assidui lettori di fumetti, può risultare particolarmente invalidante.

UN LIBRO PER I CORAGGIOSI

Dunque, qual è il verdetto su The Wry Pussy Bar? Per il sottoscritto, la prova non è superata. Apprezzo sinceramente le piccole realtà editoriali che hanno il coraggio di osare, sperimentare e spingersi oltre i confini del fumetto tradizionale, sono sempre alla ricerca di nuove proposte e diversi modi di raccontare, ma le montagne russe stilistiche costruite da Ginesi si sono forse spinte oltre il mio limite di rottura.

La scrittura dell’autore ligure alterna prosa, turpiloquio dialettale e delicati versi poetici con il risultato, probabilmente voluto, di destabilizzare e deconcentrare il lettore.
Con la speranza di sentire di nuovo parlare Platò, magari con proposte ancora differenti, vi lasciamo al video-trailer del volume The Wry Pussy Bar – Il Bar la Mozza storta.


The Wry Pussy Bar

Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento