Recensione: Uchu Kyodai – Fratelli nello spazio (Vol. #1, #2, #3 e #4)

Editore Star Comics
Autori Chuya Koyama (Sceneggiatura – Disegni)
Prima pubblicazione 2008
Prima edizione italiana 2011
Formato 13×18 cm
Numero pagine 222 pp.

Prezzo 4,90 euro (cad.)

Mutta… Se proprio devi dubitare… Fallo dopo aver raggiunto l’obiettivo.
– da Uchu Kyodai – Fratelli nello spazio #3

 CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO

UchuKyodai10Uchu Kyodai è un metro. Una misurazione costante della dolorosa distanza che intercorre tra il sogno e la realtà. Uchu Kyodai è una finestra curiosa sull’essere umano e la vertiginosa mancanza di appigli solidi su cui fondare le proprie certezze. Uchu Kyodai rende solido ciò che mai avremmo pensato potesse esserlo: i sogni.
Dopo questo breve preambolo, prima di entrare nello specifico della questione, è bene fare una precisazione: era moltissimo tempo (troppo!) che non leggevo un manga, ritenendomi, a quanto pare, troppo adulto e maturo per i modi e le tematiche tipiche del fumetto giapponese. Quanto posso esser stato stupido da zero a un milione? Con questa stolta e supponente convinzione mi sono apprestato a leggere i primi 4 volumi di Uchu Kyodai. Dopo le prime quattro pagine ho capito che ciò che stavo leggendo, non solo era qualitativamente eccelso, ma che mi stava restituendo gli “occhi del bambino“, quanto di più magico e difficile possa fare un fumetto.

DUE FRATELLI, UN DESTINO

UchuKyodai8Hibito e Mutta Nanba sono due fratelli tanto legati tra loro quanto diversi nel loro approccio nei confronti di loro stessi e del mondo che li circonda. Il primo più concreto e determinato, il secondo sognatore e “farfallone”. Quanti di voi da bambino/a hanno pronunciato la frase: “Da grande voglio fare l’astronauta“? A meno che voi non siate Selvaggia Lucarelli, almeno una volta avrete immaginato di salutare dallo spazio la palla blu fluttuante nel cielo che vi ha dato la vita.
Hibito, il minore dei due fratelli, è riuscito a coronare questo sogno collettivo, superando il “fratellone” Mutta e divenendo il primo astronauta giapponese pronto a partire per una spedizione sulla Luna. Una vera celebrità. Mutta ha perso invece il proprio lavoro dando una testata degna di Zinedine Zidane al proprio capo. Questo evento e la sollecitazione da parte del fratello, porterà Mutta a cercare di perseguire il sogno d’infanzia di diventare astronauta, e superare Hibito niente meno che andando su Marte. Senza anticiparvi troppo della trama, per non fare odiosissimi spoiler, sappiate che il cammino per diventare astronauti non è per nulla in discesa, anzi…

IF YOU WANT SOME COME GET SOME

UchuKyodai0000Quest’opera riesce a conciliare in maniera armoniosa l’aspetto sognante di Mutta e l’impervio e macchinoso cammino per diventare astronauta. Mutta per trovare le energie e l’entusiasmo necessari a coronare il proprio sogno dovrà fare appello al bambino beffardo e spaccone  che è in lui. Uchu Kyodai insegna che se desideriamo davvero qualcosa è inutile lagnarsi del fatto di non ottenerla, bisogna rimboccarsi le maniche e lottare fino all’ultimo, senza fare troppo affidamento sulla fortuna.
Questo fumetto è una scossa positiva che vi percorrerà dalla testa ai piedi per tutta la sua durata, raccontandovi non solo di due personaggi di finzione che amerete alla follia, ma costringendovi a riflettere su voi stessi e sui i vostri obbiettivi. Mutta non è molto diverso da Onizuka di GTO: per ottenere risultati dovrà concentrarsi più sul “fare” che sul “come farlo”.
Consiglio questo fumetto agli amanti dei manga ma non solo. Fatevi il favore di dare un’opportunità a questa meraviglia e… Lunga vita ai manga!


Uchu Kyodai. Fratelli nello spazio: 1
Uchu Kyodai. Fratelli nello spazio: 2
Uchu Kyodai. Fratelli nello spazio: 3
Uchu Kyodai. Fratelli nello spazio: 4
Uchu Kyodai. Fratelli nello spazio: 5

C4 MATITE:

Jacopo Cerretti

Classe '90, cresciuto a pane (tanto) e comics con approccio disinteressato, negli ultimi 3 anni ho sviluppato un vero e proprio amore per il fumetto grazie in primis all'indagatore dell'incubo, i colleghi di casa Bonelli e alle poesie grafiche di Gipi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.