Uomo Faber, un flusso di coscienza dei pensieri di Fabrizio De André

E belin, cambia un po’ disco! È dalla me*da che nascono i fiori, mica dalle palanche.

PRESENTE, PASSATO E SOGNO

Uomo Faber è un graphic novel ripubblicato da Edizioni NPE con testi di Fabrizio Càlzia e disegni di Ivo Milazzo dedicato al grande cantautore genovese Fabrizio De André, Faber è il soprannome che fu coniato da Paolo Villaggio, uno degli amici d’infanzia dell’artista. Il volume fu stampato per la prima volta da DeAgostini nel 2010.

La storia inizia in Sardegna, isola molto cara al cantante, verso la fine degli anni ’90. Fabrizio si trova su un prato vicino a un lago per pranzo all’aria aperta. I preparativi per il suo grande tour sono ormai al capolinea quindi è giunto il momento per un po’ di relax in compagnia della moglie Dori Ghezzi, i figli Cristiano e Luvi e alcuni amici. Con una repentina carrellata ci ritroviamo a Revignano, paese in provincia di Asti dove il giovane De André visse durante la seconda guerra modiale. I ricordi affiorano come un fiume in piena, dall’infanzia da rifugiato in Piemonte all’adolescenza a Genova tra intellettuali e donne di facili costumi.

IL VOLUME

Incuriosito da questa nuova edizione di NPE, non ricordavo l’esistenza del vecchio volume DeAgostini, ho letto questo graphic novel pensando di trovare una sorta di biografia cronologica di Fabrizio De André. Con mio grande stupore mi sono ritrovato davanti a un bellissimo mix di esperienze passate, presenti e oniriche del grande cantautore genovese. Un flusso di coscienza dei pensieri di un artista a tutto tondo diviso dalla paura di deludere i propri fan con i nuovi lavori all’amore per la famiglia e i ricordi d’infanzia.

Fabrizio Càlzia, lo sceneggiatore del volume, racconta un Fabrizio De André molto dinamico e intimo. Gli acquerelli di Ivo Milazzo sono un capolavoro, un autentico valore aggiunto. La scelta della carta non lucida per far risaltare i disegni del fumettista ligure d’adozione rendono perfettamente le atmosfere della storia narrata. La nuova edizione NPE è impreziosita da una nuova copertina, due illustrazioni inedite e dall’introduzione di Oliviero Malaspina.

CONCLUSIONI

Uomo Faber è un volume molto interessante sia per gli appassionati di musica sia per gli appassionati di fumetti. Durante la lettura si possono cogliere svariati riferimenti o fatti che hanno ispirato le celebri canzoni di Fabrizio De André. Non mancano le partecipazioni di personaggi famosi come Don Gallo, Paolo Villaggio e Beppe Grillo. La scelta di mischiare termini in dialetto genovese, per esempio in tipico intercalare belin, con la lingua italiana rende tutti i dialoghi molto veritieri e più liguri.

NPE ripropone un fumetto che va letto e riletto, dove anche le pagine senza balloon trasmettono emozioni fortissime. Ho trovato questo graphic novel accattivante e ben realizzato. Tutti gli amanti di Fabrizio De André ameranno sicuramente il volume di Fabrizio Càlzia e Ivo Milazzo.

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento