Recensione: Wake Up, quando l’incubo e la finzione invadono la realtà

Editore Ehm Autoproduzioni
Autori Dario Custagliola (testi), Antonello Cosentino (disegni) e Helena Masellis (copertina)
Prima pubblicazione Gennaio 2018
Prima edizione italiana Gennaio 2018
Formato Orizzontale 16:9
Numero pagine 107

Prezzo Gratuito

Solo il suo respiro nel silenzio assoluto della stanza. Prova a farlo entrare anche nella sua stanza, il silenzio. Ma lì c’è la voce.

WAKE UP

Svegliarsi nel cuore della notte. Sapere che da quel momento in poi, da quel preciso istante, la paura di richiudere gli occhi, di credere che un mondo dei sogni senza incubi non sia possibile, ti perseguiterà fino alla morte. Essere consapevoli che qualcuno, da qualsiasi altra parte del mondo, o a pochi metri di distanza, sia l’incarnazione del male, di un demone che è più legato alla realtà che al mondo soprannaturale.

La follia, la degenerazione, ma anche una finissima tela metaletteraria che combina elementi di finzione a elementi di vita vera vissuta da autori del passato. Wake Up, il webcomic scritto da Dario Custagliola e disegnato da Antonello Cosentino, con copertina di Helena Masellis, è la perfetta incarnazione della disperazione, costruita in crescendo, episodio dopo episodio,

La prima stagione di Wake Up, composta da quattro episodi, per un totale di poco più di cento tavole, è un affresco variegato di approcci diversi alla scrittura per l’arte sequenziale. Custagliola ha trasportato su carta elementi come il mistero, la suspense, l’investigazione e – sopra ogni cosa – il delirio dell’incubo.

La trama prende spunto dal racconto La pietra nera, scritto da uno dei più prolifici autori d’inizio secolo: Robert E Howard, considerato da molti uno dei maggior esponenti della letteratura dell’orrore. Il riferimento al racconto, e alla disgraziata vita di Howard – morto suicida con un colpo di pistola nel bel mezzo del deserto – è sviluppato maggiormente nel secondo episodio, dove ritroviamo una sovrabbondanza d’informazioni, (in contrapposizione al primo episodio che ha una struttura filmica e un ritmo velocissimo), funzionali a chiarire il legame tra le vicende che sono state il motore all’azione in Wake up e La Pietra nera di Howard.

IL FASCINO DELL’INCUBO

La storia è orchestrata in modo tale, con riferimenti a Lovecraft e alle sue atmosfere, che spesso si ha il dubbio di dove finisca la realtà letteraria e dove inizi la narrazione dell’autore. Più la storia procede, più si sprofonda nel delirio, e più le tavole disegnate da Cosentino, con un tratto a metà strada tra il bonelliano e gli autori americani di ultima generazione, diventato cupe, angoscianti. Anguste.

Sveglia, ragazzo!, il terzo episodio è una sfida, sia per gli autori sia per il lettore. Essere in grado di descrivere le perversioni più recondite dell’essere umano, trasmettere il marcio e l’osceno senza mai esagerare nelle descrizioni, nei testi, nelle sequenze, è un grande pregio, è sinonimo di grande padronanza del mezzo fumetto – nonostante Custagliola, qui, sia al suo debutto nel mondo delle nuvole parlanti. Dall’altro lato è una sfida anche per il lettore cogliere l’attenzione e la cura con cui è narrata una delle sequenze più forti dell’intero webcomic e capirne il senso.

Al termine della lettura, dopo un quarto episodio, dove la regia delle inquadrature e il ritmo sempre più incalzante né fa da padrone, si ha soltanto una consapevolezza, che, per ovvie ragioni, non svelerò qui. Ricordate soltanto che il sangue può avere il sapore di un docile silenzio.

È possibile leggere gratuitamente Wake Up sul sito di Ehm Autoproduzioni, al seguente indirizzo: http://www.ehmautoproduzioni.com/comics/clash-2/wake-up/299-2/

C4 MATITE:

Luigi Formola

27 Luglio 1986. Musicista, scrittore e comunicatore. All'età di otto anni si diverte a riscrivere i climax di molti film. A dodici anni sceglie Dylan Dog come costante della sua vita. A vent'anni, l'università, Scienze della Comunicazione, una tesi sulla correlazione degli stili di vita e le marche. Nel 2013 studia sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Nel 2015 e 2016 tiene un ciclo di lezioni sulla scrittura al S.O.B. per il corso di perfezionamento "Editoria per l'infanzia e il pubblico giovanile". Attualmente, collabora con la NPE, come traduttore e autore, è al lavoro sul primo romanzo con l'agenzia letteraria TZLA, e scrive un fantasy su Wattpad dal titolo "Ray Owlers, oltre il buio."

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.